Dona Adesso

“Per una Chiesa scalza”

Lunedì 9 giugno in dialogo a Zelarino (VE) il Patriarca Francesco Moraglia e Ernesto Olivero, fondatore del Sermig e dell’Arsenale della Pace di Torino

Sarà un incontro-dialogo a tutto campo e, perciò, tutto da seguire quello in programma tra il Patriarca di Venezia mons. Francesco Moraglia ed Ernesto Olivero, fondatore del Sermig e dell’Arsenale della Pace di Torino, a partire dalle riflessioni che quest’ultimo ha raccolto nella recente pubblicazione intitolata “Per una Chiesa scalza”: l’appuntamento è fissato per lunedì 9 giugno, alle ore 20.30, presso il Centro pastorale card. Urbani in via Visinoni a Zelarino (Venezia).

Il libro raccoglie riflessioni, racconti e testimonianze di Ernesto Olivero a 50 anni dall’esperienza da lui fondata a Torino: il Sermig – Servizio Missionario Giovani – nato nel 1964 da una sua intuizione e “da un sogno condiviso con molti: sconfiggere la fame con opere di giustizia e di sviluppo, vivere la solidarietà verso i più poveri e dare una speciale attenzione ai giovani cercando insieme a loro le vie della pace. Dai “Si” di giovani, coppie di sposi e famiglie, monaci e monache è nata la Fraternità della Speranza, per essere vicini all’uomo del nostro tempo e aiutarlo a incontrare Dio”.

Saranno proprio i contenuti di questa pubblicazione ad ispirare e dirigere la conversazione tra lo stesso Ernesto Olivero e il Patriarca di Venezia mons. Francesco Moraglia durante l’incontro di lunedì 9 giugno (v. locandina allegata); a moderare la serata sarà Alessandro Polet, presidente dell’Istituto di Cultura Laurentianum di Mestre. Con il contributo e il dialogo dei due importanti relatori si toccheranno così i temi dell’annuncio del Vangelo e della testimonianza dei cristiani nei diversi ambiti di vita, si cercherà di comprendere ed approfondire quale immagine e realtà di “Chiesa scalza” è intuita e proposta da Olivero e come essa si intreccia con la “Chiesa in uscita” di cui Papa Francesco parla oggi con particolare forza e insistenza; si proverà, insomma, a delineare il profilo semplice e concreto del cristiano e della comunità cristiana di cui c’è autentico bisogno nel mondo attuale, in fedeltà e adesione piena al Vangelo di Gesù Cristo.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione