Dona Adesso

Ad Assisi, per “illuminare le periferie del mondo”

Il 17 e il 18 ottobre la città di San Francesco ospita, alla vigilia della 20esima edizione della Marcia per la Pace, un convegno per analizzare il ruolo dei media al fine di dar voce alle “periferie”

Perché i media cancellano le periferie del mondo? Se lo chiede Articolo21 che organizza il 17 e 18 ottobre ad Assisi un convegno alla vigilia della ventesima edizione della Marcia per la Pace Perugia-Assisi. L’iniziativa è promossa in collaborazione con la rivista San Francesco Patrono d’Italia e la Tavola della Pace. “Un’iniziativa – afferma il portavoce di Articolo21 Giuseppe Giulietti – che partendo dalle parole più volte utilizzate da Papa Francesco, si propone di individuare la geografia di queste periferie e verificare quale possa essere il ruolo dei media, vecchi e nuovi, nazionali e locali, nel dare voce e volto ai tanti mondi oscurati o cancellati”. Il programma dell’iniziativa è sul sito www.sanfrancesco.org .

Il convegno è rivolto agli operatori della comunicazione, docenti e studenti, rappresentanti delle associazioni impegnate per la difesa dei diritti umani, sindacati, istituzioni, esponenti delle diverse confessioni religiose, per un confronto costruttivo sulla cancellazione dai media, come dalla stessa vita politica e sociale del nostro paese, delle “periferie del mondo”, vicino e lontano, con una speciale attenzione per i giovani che in tante scuole d’Italia, realizzano progetti su media e diritti. Ricordando sempre che il primo compito del giornalismo è dare voce ai protagonisti delle realtà cancellate, garantendo un’informazione non frammentaria ma che fornisca quegli elementi di scenario (la memoria) che consentano a tutti di formarsi una opinione davvero libera.

Le relazioni introduttive saranno affidate a Padre Giovanni La Manna, Direttore fondazione Centro Astalli, Giuseppe Giulietti, Portavoce Articolo 21, Renato Parascandolo, “Una nuova carta d’identità per la Rai”.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione