Dona Adesso

Una Chiesa che cammina insieme alla famiglia

Il cardinale Baldisseri auspica un Sinodo che si svolga in un clima di “confronto sereno e leale” e ricorda ai giornalisti che il tema dell’Assemblea va molto oltre la semplice discussone sulla comunione ai divorziati risposati

Una sfida che trae forza dalla prima omelia di papa Francesco, quando il neoeletto pontefice argentino, parlò di una chiesa chiamata a “camminare, edificare e confessare” e la parola Sinodo (dal greco syn-odos), etimologicamente sta a significare proprio “camminare insieme”.

Lo ha sottolineato il cardinale Lorenzo Baldisseri, segretario del Sinodo dei Vescovi, introducendo stamattina un briefing con i giornalisti accreditati alla Sala Stampa Vaticana, per illustrare contenuti e finalità dell’Assemblea Straordinaria sinodale sulla Famiglia (5-19 ottobre 2014).

L’imminente assise sinodale “differisce da quella Ordinaria e da quella Speciale anche per il numero ridotto dei partecipanti e per la breve durata” e spiana la strada all’Assemblea Ordinaria, prevista per l’ottobre 2015, ha spiegato Baldisseri.

Significativamente il Sinodo si concluderà con la beatificazione di Paolo VI, il papa che, non solo concluse il Concilio Vaticano II, ma proprio in quella circostanza, nel dicembre 2015, istituì il Sinodo dei Vescovi.

I padri sinodali sono in totale 191, tra cardinali, patriarchi, vescovi, arcivescovi, sacerdoti e religiosi. Ad essi si aggiungono 16 Esperti o collaboratori del Segretario Speciale, 38 Uditori e Uditrici, 8 Delegati Fraterni e 12 rappresentanti delle famiglie, tra cui una coppia di coniugi.

“Infine, siamo ben lieti di accogliere i Delegati fraterni che, come rappresentanti di altre Chiese e comunità ecclesiali, certamente condividono con la Chiesa cattolica la sollecitudine per l’evangelizzazione e la cura pastorale delle famiglie nel mondo odierno”, ha sottolineato Baldisseri.

Ripercorrendo le tappe preliminari del Sinodo, il cardinale ha ricordato che “attraverso il Questionario allegato al Documento Preparatorio si sono espresse non solo le Conferenze Episcopali e altri aventi diritto, ma anche molti sacerdoti, religiosi e laici, sia individualmente che come appartenenti ad associazioni, gruppi e movimenti”.

Il Questionario, che ha fatto “emergere molteplici aspetti della realtà presente nelle Chiese particolari, nelle parrocchie, nelle associazioni e nei diversi ambienti della pastorale familiare” e l’alto numero di risposte ottenuto è “dovuto, da una parte, all’argomento del Sinodo, che riguarda la vita delle comunità, delle famiglie e delle persone, e che rispecchia anche la sollecitudine pastorale che i Vescovi hanno sempre avuto nei confronti della famiglia”, ha detto il Segretario del Sinodo.

“D’altra parte – ha aggiunto il porporato – l’ampiezza del materiale pervenuto è senz’altro indice di quella franchezza e libertà con cui è stata condotta la consultazione. Tale ampia libertà di espressione caratterizzerà anche l’Assise sinodale, che certamente si svolgerà in un clima di rispetto per ogni posizione, di carità vicendevole e con autentico senso costruttivo”.

È auspicabile, ha affermato Baldisseri, che le sessioni sinodali si svolgano in un clima di “confronto sereno e leale”, in cui “i partecipanti saranno chiamati a non far prevalere il proprio punto di vista come esclusivo, ma a cercare insieme la verità”, la quale è “in primo luogo la persona stessa di Cristo, Figlio di Dio e Figlio dell’uomo, e non un concetto astratto, frutto di speculazione filosofica o teologica”.

I lavori sinodali saranno caratterizzati da qualche novità procedurale, a partire dalla richiesta ai Padri sinodali di trasmettere in anticipo il proprio contributo alla Relatio ante disceptationem, segnalando l’argomento su cui intendono intervenire in Aula, rispettando l’ordine tematico. Ogni intervento ai lavori sinodali sarà della durata di circa quattro minuti.

“Ogni Congregazione generale si aprirà con l’annuncio del tema da parte del Presidente Delegato di turno, cui seguirà l’intervento di una coppia di sposi Uditori, che offriranno ai Padri sinodali la loro testimonianza di vita familiare, contribuendo a far conoscere ed arricchire il confronto sull’azione pastorale”, ha spiegato Baldisseri.

In terzo luogo, la Relatio post disceptationem, al termine della prima settimana, costituirà la base per il prosieguo dei lavori della seconda settimana nei circuli minores, che i Padri prenderanno in esame in vista del Documento finale detto Relatio Synodi. Questo documento, infine, sarà consegnato al Santo Padre e costituirà la base per l’Assemblea Straordinaria del Sinodo del prossimo anno.

Sul piano della copertura mediatica, la novità più grossa sarà rappresentata dalla diffusione della sintesi delle notizie più importanti via Twitter.

“I lavori dei Padri sinodali saranno accompagnati dalla preghiera del popolo di Dio. A Roma, nella Cappella della Salus Populi Romani della Basilica di Santa Maria Maggiore, alcuni momenti di preghiera saranno guidati dalla Diocesi di Roma, e ogni sera alle ore 18, un Vescovo o un Cardinale celebrerà la Santa Messa per la famiglia. Significativa sarà la presenza delle reliquie dei beati coniugi Zélie e Louis Martin, e della loro figlia Santa Teresa del Bambino Gesù, e quelle dei beati coniugi Luigi e Maria Beltrame Quattrocchi. Nel mondo, si pregherà nei Santuari, specialmente quelli dedicati alla Sacra Famiglia, nei monasteri, nelle comunità di vita consacrata, nelle diocesi e nelle parrocchie”, ha ricordato il cardinale Baldisseri.

Il porporato ha poi lamentato un’eccessiva insistenza mediatica sul tema dei divorziati risposati ed ha raccomandato i giornalisti a sottolineare adeguatamente tutti gli aspetti del Sinodo.

Ha quindi ribadito che la convocazione di un Sinodo sulla famiglia si è reso necessario alla luce del contesto particolare che la famiglia attraversa al giorno d’oggi: uno scenario storico “molto diverso da quello di trent’anni fa, quando fu pubblicata la Familiaris Consortio”.

About Luca Marcolivio

Roma, Italia Laurea in Scienze Politiche. Diploma di Specializzazione in Giornalismo. La Provincia Pavese. Radiocor - Il Sole 24 Ore. Il Giornale di Ostia. Ostia Oggi. Ostia Città (direttore). Eur Oggi. Messa e Meditazione. Sacerdos. Destra Italiana. Corrispondenza Romana. Radici Cristiane. Agenzia Sanitaria Italiana. L'Ottimista (direttore). Santini da Collezione (Hachette). I Santini della Madonna di Lourdes (McKay). Contro Garibaldi. Quello che a scuola non vi hanno raccontato (Vallecchi).

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione