Dona Adesso

Grande successo per la mostra “Due Papi che hanno cambiato la storia”

La mostra fotografica dedicata a Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II, ospitata dagli Istituti Riuniti Airoldi e Muzzi (Lc), sarà visitabile fino al 31 gennaio

C’è ancora una settimana di tempo per visitare la mostra fotografica “Due Papi che hanno cambiato la nostra storia”, dedicata a Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II e ospitata dagli Istituti Riuniti Airoldi e Muzzi (Via Airoldi e Muzzi 2, Lecco). 

La rassegna sui due Papi molto amati, già proposta lo scorso aprile a Roma dai Musei Vaticani in occasione della doppia canonizzazione e a Lourdes, gode del patrocinio del Comune di Lecco e di Confartigianato Imprese Lecco e mette in luce, attraverso oltre 100 scatti, la ricchezza del messaggio spirituale dei Pontefici.

L’allestimento presso gli Istituti ha fino ad ora riscosso un notevole successo.

«Siamo soddisfatti – dichiara il presidente degli Istituti, Giuseppe Canali – perché molte persone hanno visitato la nostra struttura, fondata nel 1594, e la chiesa, dove la mostra è allestita, opera dell’architetto razionalista Mario Cereghini e affrescata dal pittore Ennio Morlotti nel 1939. In modo particolare, le visite guidate sono state molto richieste e hanno coinvolto cittadini, scolaresche e gruppi di catechismo mettendoli in contatto con una realtà che con professionalità, serietà e sviluppo di programmi individualizzati, si pone da sempre al servizio della fascia più debole tra i cittadini della nostra città e del territorio. L’esposizione sui due Papi è stata un’occasione per affidare ai ragazzi di “Lavoriamo alto”, un progetto di occupazione giovanile, la gestione organizzativa della mostra, con l’accoglienza e l’accompagnamento dei visitatori».

La mostra è articolata in due sezioni: la prima raccoglie le foto, in bianco e nero, relative al pontificato di Giovanni XXIII; la seconda è dedicata a Giovanni Paolo II e gli scatti, tutti a colori, testimoniano come il pontificato di Papa Wojtyla, il più lungo del XX secolo, abbia cambiato la storia del mondo.

Oltre all’inaugurazione, cui ha partecipato Arturo Mari, per oltre 50 anni fotografo ufficiale dei Pontefici, un grande riscontro di pubblico è stato registrato la scorsa settimana, quando gli Istituti hanno ospitato le testimonianze del giornalista Luigi Geninazzi e di Beltramino Roncalli, nipote di Papa San Giovanni XXIII.

***

La mostra è visitabile fino al 31 gennaio 2015 nei seguenti orari:

• dal lunedì al venerdì dalle 15.00 alle 20.00

• il sabato e la domenica dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 20.00

Per le scuole l’ingresso è dal lunedì al sabato dalle 10.00 alle 14.00, su prenotazione.

Per info e prenotazioni:

Tel. 0341.497172 — E-mail: info@airoldiemuzzi.it

È possibile organizzare visite guidate.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione