Dona Adesso
Salesian Pontifical University (Università Pontificia Salesiana (UPS))

WIKIMEDIA COMMONS

Due secoli di Magistero pontificio in una biblioteca online

Grazie al sito www.chiesaecomunicazione.com, con un clic saranno a disposizione tutte le Encicliche della storia

Un grande archivio online sul magistero pontificio gratuito e alla portata di chiunque, anche di chi non ha grande dimestichezza con il web. Visitando il sito www.chiesaecomunicazione.com sarà possibile ottenere i testi integrali di encicliche ed altri documenti pontifici, con la semplice digitazione del titolo.

Attraverso la ricerca avanzata si potranno altresì selezionare documenti in base al pontificato, all’arco temporale, all’autore, al titolo o al tipo di documento. I testi a disposizione degli utenti online sono oltre 1100, in varie lingue, dal primo al ventunesimo secolo.

I destinatari sono tutte le persone interessate al tema ma, soprattutto quanti lavorano in centri di studio e di formazione della Chiesa ma non dispongono di una biblioteca cartacea.

Promosso dal Pontificio Consiglio della Comunicazione Sociale, il progetto è curato da don Franco Lever e Paolo Sparaci, docenti della Facoltà di Scienze della Comunicazione sociale dell’Università Pontificia Salesiana, che si sono avvalsi del sostegno della propria Università e della preziosa collaborazione della Libreria Editrice Vaticana e del sito Vatican.va.

Chiesa e Comunicazione rimarrà comunque un progetto work in progress con la prospettiva di almeno 3 direzioni di lavoro:

1) far crescere l’archivio, non solo con l’aggiornamento con i prossimi documenti del magistero ma ampliandone la tipologia, includendo anche quelli delle Conferenze episcopali (America Latina, Asia, USA, Africa, Europa), insieme ai contributi particolarmente significativi di singoli vescovi; un’attenzione particolare sarà riservata anche ai documenti della Chiesa Ortodossa e delle Chiese Evangeliche, in particolare quelli proposti dal Wold Council of Churches e dalla Chiesa Anglicana;

2) costruire una rete di collaboratori, indispensabile per offrire la traduzione dei documenti e dell’apparato delle note, per raggiungere nuove fonti e valutarne l’acquisizione;

3) offrire nuovi strumenti e metodologie attraverso la piattaforma di pubblicazione Ipernote, che sperimenta e propone nuove tecnologie a vantaggio della lettura, dello studio e della condivisione nella comunità dei lettori.

Il progetto è intitolato alla memoria di padre Enrico Baragli sj (1908-2001), autentico pioniere dello studio delle comunicazioni sociali della Chiesa, il quale, nel 1998, diede il consenso a salesiano don Franco Lever per l’utilizzo dei suoi scritti.

Nel 2011, l’allora “progetto Baragli” fu presentato al presidente del Pontificio Consiglio delle Comunicazioni Sociali, monsignor Claudio Maria Celli, il quale non solo ne condivise l’importanza ma garantì il pieno appoggio da parte del suo dicastero per l’accesso alla documentazione vaticana.

La banca dati online del magistero pontificio è stata illustrata stamattina in Sala Stampa Vaticana da monsignor Celli, assieme a don Franco Lever al professor Paolo Sparaci.

Secondo Celli, si tratta di un traguardo significativo, in quanto mostra come la Chiesa Cattolica, sin dai suoi albori,  abbia sempre “cercato di confrontarsi con i cambiamenti dei mezzi e delle forme di comunicazione che hanno plasmato la cultura e la società umana”, partendo dalla cultura orale delle origini, fino agli attuali mezzi digitali di massa.

About Luca Marcolivio

Roma, Italia Laurea in Scienze Politiche. Diploma di Specializzazione in Giornalismo. La Provincia Pavese. Radiocor - Il Sole 24 Ore. Il Giornale di Ostia. Ostia Oggi. Ostia Città (direttore). Eur Oggi. Messa e Meditazione. Sacerdos. Destra Italiana. Corrispondenza Romana. Radici Cristiane. Agenzia Sanitaria Italiana. L'Ottimista (direttore). Santini da Collezione (Hachette). I Santini della Madonna di Lourdes (McKay). Contro Garibaldi. Quello che a scuola non vi hanno raccontato (Vallecchi).

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione