Dona Adesso

“Non siamo stati noi ad amare Dio ma è lui che per primo ha amato noi”

Nella Messa al Benjamin Franklin Parkway di Philadelphia, di fronte a due milioni di persone, il Papa auspica che ogni persona che desideri formare una famiglia “possa insegnare ai figli a gioire per ogni azione che vuole vincere il male

A conclusione dell’VIII Incontro Mondiale delle Famiglie, nella grande Messa al Benjamin Franklin Parkway di Philadelphia, Papa Francesco ha invitato tutti a partecipare “alla profezia dell’alleanza tra un uomo e una donna, che genera vita e rivela Dio”.

Prendendo spunto dalla lettura del Vangelo, il Pontefice ha affermato che “la burocrazia, l’ufficialità e i circoli ristretti” minacciano “l’autenticità della fede” e, perciò, devono essere respinti con forza. Secondo il Papa, sono i piccoli gesti che aprono la finestra alla fede, come dare un bicchiere d’acqua in nome di Gesù.

Gesti di tenerezza, affetto, compassione, fatti da madri, padri, nonni, nonne, figli. Gesti familiari, come la benedizione prima di dormire e l’abbraccio al ritorno da una lunga giornata di lavoro. “Perché – ha sottolineato il Santo Padre – l’amore si esprime in piccole cose, nell’attenzione ai dettagli di ogni giorno che fanno sì che la vita abbia sempre sapore di casa”.

“Quanto a bontà e purezza di cuore – ha osservato Francesco – noi esseri umani non abbiamo molto di cui vantarci! Ma Gesù sa che, per quanto riguarda i bambini, siamo capaci di una generosità senza limiti”. “La fede  – ha aggiunto – cresce quando è vissuta e plasmata dall’amore”. Per questo motivo le famiglie sono autentiche Chiese domestiche: cioè sono luoghi “dove tutti i piccoli gesti di amore sono segni della presenza viva e operante di Dio nel nostro mondo”.

Il Papa ha quindi invocato lo Spirito Santo, affinché ciascuno “si apra ai miracoli dell’amore per il bene di tutte le famiglie del mondo, e per poter così superare lo scandalo di un amore meschino e sfiduciato, chiuso in sé stesso, senza pazienza con gli altri!”. “Come sarebbe bello se dappertutto, anche al di là dei nostri confini, potessimo incoraggiare e apprezzare questa profezia e questo miracolo!”, ha esclamato Papa Francesco, auspicando che ogni persona che desideri formare una famiglia, indipendentemente da qualunque popolo, regione o religione appartenga, possa insegnare ai figli a gioire “per ogni azione che si proponga di vincere il male”.

“Dio conceda a tutti noi – ha concluso – la grazia di essere degni di questa purezza di cuore che non si scandalizza del Vangelo”.

Il testo integrale dell’omelia è disponibile qui.

About Antonio Gaspari

Cascia (PG) Italia Studi universitari a Torino facoltà di Scienze Politiche. Nel 1998 Premio della Fondazione Vittoria Quarenghi con la motivazione di «Aver contribuito alla diffusione della cultura della vita». Il 16 novembre del 2006 ho ricevuto il premio internazionale “Padre Pio di Pietrelcina” per la “Indiscutibile professionalità e per la capacità discreta di fare cultura”. Il Messaggero, Il Foglio, Avvenire, Il Giornale del Popolo (Lugano), La Razon, Rai tre, Rai due, Tempi, Il Timone, Inside the Vatican, Si alla Vita, XXI Secolo Scienza e Tecnologia, Mondo e Missione, Sacerdos, Greenwatchnews. 1991 «L'imbroglio ecologico- non ci sono limiti allo sviluppo» (edizioni Vita Nuova) . 1992  «Il Buco d'ozono catastrofe o speculazione?» (edizioni Vita Nuova). 1993 «Il lato oscuro del movimento animalista» (edizioni Vita Nuova). 1998 «Los Judios, Pio XII Y la leyenda Negra» Pubblicato da Planeta in Spagna. 1999 «Nascosti in convento» (Ancora 1999). 1999 insieme a Roberto Irsuti il volume: «Troppo caldo o troppo freddo? - la favola del riscaldamento del pianeta» (21mo Secolo). 2000 “Da Malthus al razzismo verde. La vera storia del movimento per il controllo delle nascite” (21mo Secolo, Roma 2000). 2001 «Gli ebrei salvati da Pio XII» (Logos Press). 2002 ho pubblicato tre saggi nei volumi «Global Report- lo stato del pianeta tra preoccupazione etiche e miti ambientalisti» (21mo Secolo, Roma 2002). 2002 ho pubblicato un saggio nel nel Working Paper n.78 del Centro di Metodologia delle scienze sociali della LUISS (Libera Università Internazionale degli Studi Sociali Guido Carli di Roma) «Scienza e leggenda, l’informazione scientifica snobbata dai media». 2003 insieme a VittorFranco Pisano il volume “Da Seattle all’ecoterrorismo” (21mo Secolo, Roma 2003). 2004 ho pubblicato insieme a Riccardo Cascioli “Le Bugie degli Ambientalisti” (Edizioni Piemme). 2004 coautore con del libro  “Emergenza demografia. Troppi? Pochi? O mal distribuiti?” (Rubbettino editore). 2004 coautore con altri del libro “Biotecnologie, i vantaggi per la salute e per l’ambiente” ((21mo Secolo, Roma 2004). 2006 insieme a Riccardo Cascioli “Le Bugie degli Ambientalisti 2” (Edizioni Piemme). 2008 insieme a Riccardo Cascioli il libro “Che tempo farà… Falsi allarmismi e menzogne sul clima (Piemme). 2008, è stata pubblicata l’edizione giapponese de “Le bugie degli ambientalisti” edizioni Yosensha. 2009. insieme a Riccardo Cascioli “I padroni del Pianeta – le bugie degli ambientalisti su incremento demografico, sviluppo globale e risorse disponibili” (Piemme). 2010 insieme a Riccardo Cascioli, è stato pubblicato il volume “2012. Catastrofismo e fine dei tempi” (Piemme). 2011 Questo volume è stato pubblicato anche in Polonia con l’imprimatur della Curia Metropolitana di Cracovia per le e3dizioni WYDAWNICTTWO SW. Stanislawa BM.

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione