“Caritas Internationalis” solidale con le vittime dell’uragano “Katrina”

CITTA’ DEL VATICANO, giovedì, 1° settembre 2005 (ZENIT.org).- “Caritas Internationalis” (CI) ha offerto oggi una Messa speciale per le vittime dell’uragano “Katrina” nel suo quartier generale nella Città del Vaticano, mentre il suo Presidente ha inviato un messaggio di solidarietà al “popolo americano”, che deve far fronte ad uno dei più tragici disastri naturali nella storia degli Stati Uniti.

Print Friendly, PDF & Email
Share this Entry

In una lettera del 31 agosto alle tre organizzazioni statunitensi che appartengono alla Caritas – “Catholic Charities USA”, “Catholic Relief Services” e “Catholic Campaign for Human Development” – il Presidente di CI, Denis Viénot, ha affermato che “come in ogni disastro, sono stati i poveri che non avevano la possibilità di fuggire a soffrire le maggiori perdite umane”. Il messaggio è stato firmato anche dal Segretario generale di CI, Duncan MacLaren.

Si pensa che centinaia di persone possano essere morte per i fortissimi venti e le inondazioni che hanno flagellato vaste zone di almeno quattro Stati meridionali americani. Solo a New Orleans, un milione di persone ha abbandonato la propria casa, mentre altre 80.000 potrebbero essere rimaste intrappolate a Louisiana City.

“Sappiamo che ‘Catholic Charities USA’ e le sue strutture diocesane assisteranno la gente ora e in futuro”, afferma la lettera. Catholic Charities sta raccogliendo donazioni in denaro attraverso il suo Ufficio per le Calamità, che finanzierà l’emergenza e gli sforzi di recupero a lungo termine.

Caritas Internationalis è una confederazione di 162 organizzazioni cattoliche di assistenza, sviluppo e servizio sociale, presente in più di 200 Paesi e territori.

Print Friendly, PDF & Email
Share this Entry

ZENIT Staff

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione