Dona Adesso

Villavicencio, Croce Riconciliazione Nazionale, 8 settembre 2017 / © PHOTO.VA - OSSERVATORE ROMANO

Villavicencio: il Papa prega ai piedi della “Croce della Riconciliazione”

Porta alla base un’iscrizione con il numero totale delle vittime (in senso ampio) del conflitto colombiano: 8.472.143

Al termine del “Grande Incontro di preghiera per la Riconciliazione Nazionale” nel “Parque Las Malocas”, papa Francesco si è recato ieri pomeriggio, venerdì 8 settembre 2017, al “Parque de los Fundadores” di Villavicencio.

Sceso dalla macchina, tenendo in mano un mazzo di fiori bianchi, il Pontefice è andato verso la monumentale croce bianca, chiamata “Cruz de la Reconciliación” (Croce della Riconciliazione).

Un’iscrizione alla base del monumento menziona il numero agghiacciante di vittime (in senso ampio, cioè non solo i morti, ma anche i feriti, i mutilati, gli sfollati…) del conflitto in Colombia: 8.472.143.

Il Papa ha depositato i fiori ai piedi della croce bianca e ha pregato in silenzio. Poi ha piantato assieme a tre bambini un albero come simbolo della vita che si rinnova di continuo.

Villavicencio, Croce Riconciliazione Nazionale, 8 settembre 2017 / © PHOTO.VA - OSSERVATORE ROMANO

Villavicencio, Croce Riconciliazione Nazionale, 8 settembre 2017 / © PHOTO.VA – OSSERVATORE ROMANO

Alla conclusione della breve cerimonia, la carovana di auto ha accompagnato il Pontefice all’aeroporto Apiay di Villavicencio, da dove è ripartito a bordo di un Airbus della compagnia Avianca per Bogotá.

Ad aspettare papa Francesco al suo arrivo alla nunziatura apostolica un gruppo di vittime della violenza, tra militari, agenti di polizia ed ex guerriglieri. (pdm)

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione