Dona Adesso

“Santi nel quotidiano”: la crisi chiama a un maggiore impegno

Convegno annuale dei presidenti e assistenti unitari diocesani di Azione cattolica

ROMA, venerdì, 23 settembre 2011 (ZENIT.org).- “Ecco ora il momento favorevole (2Cor 6,2). Santi nel quotidiano”: su questo tema sono convocati a Trevi (Pg) dal 23 al 25 settembre i presidenti e assistenti unitari diocesani di Azione cattolica per il convegno annuale a loro riservato.

“La scelta delle parole di San Paolo – spiega la Presidenza nazionale di Ac – per dire che questa che viviamo non è solo la stagione di una profonda crisi materiale e spirituale”. Per chi ha fede, infatti “questo è il momento che chiama tutti a un maggiore impegno e a una più grande responsabilità, nella sfera privata come in quella pubblica, nella vita ecclesiale e nella realtà del quotidiano, per battere la rassegnazione e costruire ragioni di speranza, innanzitutto per le giovani generazioni”. “Con la certezza – sottolinea la Presidenza Ac – che è proprio nei momenti più bui e di grave fallimento che Dio ci esaudisce e ci soccorre”.

Aprirà il convegno, la relazione del sociologo e giornalista Piero Pisarra, dal titolo: “Modo indicativo: tempo presente”. “Leggere e interpretare l’oggi, stare dentro il proprio tempo – prosegue la nota della Presidenza – è per l’Azione Cattolica una condizione imprescindibile; è parte del suo essere Chiesa tra gli uomini. Questo richiede un’attenta lettura dei segni dei tempi, una necessaria e continua riflessione sugli avvenimenti e sui cambiamenti che ormai quotidianamente ci interrogano e la capacità di scegliere i contenuti a cui dare centralità nella costruzione ultima del bene comune”.

Al centro del secondo giorno del convegno la relazione del Presidente del Pontificio consiglio per il dialogo interreligioso, il cardinale Jean-Louis Tauran, sul tema “La pace, via alla santità nel quotidiano”. Al cuore della proposta educativa dell’Azione cattolica è “da sempre la santità dei laici che si misura con le fatiche della storia, prima tra tutte quella della pace”. Questa giornata porterà gli oltre 250 partecipanti al convegno dapprima a Spello, dove l’Ac ha rilevato e gestisce il convento che ospitò l’esperienza di spiritualità di Carlo Carretto, e poi ad Assisi, dove i giovani di Azione cattolica terranno l’incontro-pellegrinaggio: “Tracce di pace. Giovani di Ac per un cammino di libertà”, unendosi idealmente alla preghiera per la pace che Benedetto XVI terrà ad ottobre proprio ad Assisi.

Al convegno è atteso anche padre Pierbattista Pizzaballa, custode di Terra Santa, il quale aiuterà a leggere la situazione delle comunità cristiane che abitano la terra di Gesù verso le quali l’Azione cattolica è impegnata da tempo in progetti di solidarietà e condivisione..

Concluderà la tre giorni la relazione del Presidente nazionale dell’Ac, Franco Miano, che traccerà le linee di impegno dell’Azione cattolica italiana per il prossimo anno.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione