Tanzania: il Papa nomina Vescovo l'amministratore apostolico di Same

Nove giorni dopo aver accettato la rinuncia di monsignor Koda per motivi gravi

Print Friendly, PDF & Email
Share this Entry

CITTA’ DEL VATICANO, venerdì, 30 aprile 2010 (ZENIT.org).- Benedetto XVI ha nominato Vescovo l’amministratore apostolico della Diocesi di Same nove giorni dopo aver accettato la rinuncia che l’ex presule di questa Diocesi della Tanzania – monsignor Jacob Venance Koda – aveva presentato per motivi gravi che inficiavano la sua capacità di svolgere questo compito.

Il nuovo Vescovo, padre Rogatus Kimaryo, CSSp., era amministratore apostolico sede vacante et ad nutum Sanctae Sedis di questa Diocesi della regione del Kilimangiaro dal 1° maggio 2009, quando venne chiesto a monsignor Koda di restare per un certo periodo di tempo fuori dal Paese.

Anche se non ci sono informazioni ufficiali sulle ragioni della rinuncia del Vescovo Koda, alcuni mezzi di comunicazione locale hanno indicato che potrebbe essere dovuta alla sua presunta violazione degli insegnamenti morali della Chiesa (cfr. ZENIT, 22 aprile 2010).

Padre Kimaryo è nato nel 1956 nella Diocesi di Moshi ed è entrato nel seminario minore francescano di Manua nel 1973. Ha insegnato Storia e Geografia in una scuola secondaria di Mzumbe.

Nel 1980 ha iniziato gli studi ecclesiastici con la Congregazione dello Spirito Santo nel Seminario Filosofico di Kibosho. E’ stato ordinato sacerdote nel 1980 ad Arusha.

Ha studiato Diritto Canonico alla Pontificia Università Gregoriana di Roma ed è stato docente di questa materia in vari centri.

E’ stato eletto dal Capitolo Generale per seguire i programmi di formazione iniziale e permanente dell’Istituto, per l’Africa Orientale, l’Oceano Indiano e il Nordafrica, e si è licenziato in Studi Religiosi presso l’Università di Lovanio (Belgio).

Ha esercitato il suo ministero come parroco a Kipawa ed è stato vicario giudiziario del tribunale interdiocesano, uno dei consultori dell’Arcidiocesi di Dar-es-Salaam e professore del Seminario Maggiore di Segerea.

Print Friendly, PDF & Email
Share this Entry

ZENIT Staff

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione