Pellegrini del Regno Unito si preparano a visitare la Sindone a Torino

Sperando che si dissipino le ceneri vulcaniche dell’Islanda

Print Friendly, PDF & Email
Share this Entry

di Genevieve Pollock

GLOUCESTER, venerdì, 23 aprile 2010 (ZENIT.org).- Pellegrini dell’Inghilterra che si preparano a visitare la Sacra Sindone a Torino sono in attesa che si dissipi la nube di ceneri vulcaniche che ha lasciato a terra moltissimi voli in tutta Europa.

Mark Guscin, che guiderà questo pellegrinaggio organizzato dalla Società Britannica per la Sacra Sindone di Torino, ha parlato con ZENIT del prossimo viaggio.

Se la nube di cenere vulcanica scomparirà, il gruppo dovrebbe partire questa domenica, ha spiegato Guscin, sottolineando il significato di questo viaggio per i pellegrini e spiegando che “vedere il telo che potrebbe benissimo essere il Sudario in cui venne avvolto Gesù di Nazareth, macchiato del suo sangue, è un’esperienza incredibile”.

“Non capirò mai come possano essere cristiane persone che non si interessano a questo”, ha ammesso.

Anche al di là della cristianità, Guscin ha sottolineato che “la Sacra Sindone esercita il suo mistero su molti ebrei e agnostici, o atei”.

Per Guscin, che attualmente vive in Spagna e lavora come editore del bollettino della Società, “si possono capire molte più cose sulla Sindone attraverso libri, articoli e buone pagine web che vedendola, ma quando si sta di fronte al telo si sente una presenza reale”.

“E’ profondamente toccante vedere l’incredibile sofferenza che Gesù ha dovuto subire”, ha aggiunto. Riferendosi alla sua prima esperienza con la Sindone, ha ricordato: “Negli anni Settanta, quando ero a scuola, ci hanno portati al cinema a vedere ‘Il testimone silenzioso’, il pluripremiato documentario di David Rolfe sulla Sindone, e mi ha affascinato dall’inizio alla fine”.

“Da allora, sono diventato amico di David e ho partecipato al secondo documentario che ha realizzato su questo tema, trasmesso dalla BBC nel 2008”, ha continuato.

Ora Guscin lavora con la Società per produrre una rivista sulla Settimana Santa due volte all’anno e distribuirla in tutto il mondo.

La Società cerca di “agire come un forum per persone di ogni classe che condividono un interesse per il mistero della Sacra Sindone, e di aiutare silenziosamente con qualsiasi informazione richiesta dal pubblico in generale e dai mezzi di comunicazione”.

Attualmente ha membri di tutti i continenti, persone di varie professioni e religioni.

Print Friendly, PDF & Email
Share this Entry

ZENIT Staff

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione