Nuovo sito web per l'arcidiocesi cattolica a Mosca

ROMA, martedì, 10 novembre 2009 (ZENIT.org).- Nel giorno della festa di Tutti i santi l’Arcivescovo cattolico di Mosca, mons. Paolo Pezzi, ha annunciato la pubblicazione del nuovo sito ufficiale dell’Arcidiocesi della Madre di Dio a Mosca: www.cathmos.ru.

Attualmente disponibile solo in russo, la pagina web contiene informazioni sulla diocesi e sulle sue varie attività, nonché sulla Chiesa Cattolica in generale.

Print Friendly, PDF & Email
Share this Entry

Nell’area dedicata alla figura dell’Arcivescovo si può trovare la biografia di mons. Paolo Pezzi, l’orario delle sue attività, le sue omelie, le lettere pastorali e le interviste.

L’area “arcidiocesi” presenta la struttura della curia diocesana con i suoi diversi uffici e organismi, e contiene anche informazioni su tutte le parrocchie della diocesi.

Una parte speciale del sito è dedicata all’attività pastorale e caritativa. Un’altra area presenta la dimensione spirituale della vita cristiana cattolica. E’ possibile, inoltre, trovare pagine dedicate alla liturgia e alle preghiere principali della tradizione cattolica latina. Inoltre in questa area del sito vengono presentate le varie comunità di vita consacrata e i movimenti laicali che sono presenti sul territorio diocesano.

Sul sito si trovano anche notizie sui vari istituti culturali ed educativi legati alla diocesi, tra i quali possono essere menzionati l’Istituto di filosofia, teologia e storia di San Tommaso, il Centro culturale “Biblioteca dello Spirito” a Mosca, la Fondazione “L’arte del bene”, Radio “Dar” a Mosca e “Radio Maria” a San Pietroburgo, numerose case editrici, ecc.

L’area multimediale contiene foto e video di alcuni eventi significativi, nonché immagini storiche e attuali di chiese cattoliche che si trovano sul territorio della diocesi.

Il Centro d’informazione diocesano mantiene il sito in continuo aggiornamento, pubblicando regolarmente notizie sulla diocesi e sugli eventi più significativi della vita della Chiesa cattolica nel mondo.

Print Friendly, PDF & Email
Share this Entry

ZENIT Staff

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione