Premio Carlo Magno al fondatore della Comunità di Sant'Egidio

Andrea Riccardi vede nel premio un appello a un’Europa solidale

Print Friendly, PDF & Email
Share this Entry

di Mercedes de la Torre

ROMA, venerdì, 6 marzo 2009 (ZENIT.org).- Andrea Riccardi, fondatore della Comunità di Sant’Egidio, ha ricevuto il Premio Internazionale Carlo Magno 2009, uno dei più prestigiosi del vecchio continente.

L’annuncio è stato dato questo giovedì dal sindaco di Aquisgrana (Germania), Jürgen Linden, e dal portavoce del direttorio del Premio Carlo Magno, il professor Walter Eversheim.

Riccardi, docente universitario di storia, è stato insignito del Premio per “onorare un esempio straordinario di impegno civile in favore di una Europa più umana e solidale, all’interno e all’esterno delle sue frontiere, per la comprensione tra i popoli, le culture e le religioni e per un mondo più pacifico e più giusto”.

In alcune dichiarazioni a ZENIT, Andrea Riccardi considera che il conferimento del Premio al fondatore della Comunità di Sant’Egidio rappresenta un appello affinché l’Europa riscopra la sua vocazione di solidarietà e apertura.

“L’Europa non può vivere per se stessa. Questo vuole riconoscere il premio Carlo Magno”, afferma, spiegando che la Comunità di Sant’ Egidio è particolarmente impegnata in Africa e in America Latina.

“L’Europa di Sant’ Egidio è un’Europa della solidarietà e un’Europa proiettata all’esterno in un lavoro per la pace, in un lavoro per i poveri. Credo che l’Europa avrà futuro se avrà una missione. Sant’Egidio vive degli europei che vivono una missione e quindi diventano una rete universale”.

Nella motivazione del Premio si legge ancora che “con Andrea Riccardi viene onorato un grande europeo, che si pone al servizio del prossimo, nel senso migliore del termine, che vive un impegno appassionato per la comprensione e il dialogo al di là di ogni confessione religiosa e nazionalità e che con la Comunità di Sant’Egidio sta dando un grande contributo ad un mondo più pacifico e più giusto. Nei suoi oltre 40 anni di lavoro, Andrea Riccardi è stato un segno straordinario ed esemplare dei valori europei della pace, della solidarietà e della dignità umana e di impegno civile per un mondo migliore”.

Il Premio verrà conferito il 21 maggio, festività dell’Ascensione, nella sala dell’incoronazione del municipio di Aquisgrana nel quadro di una cerimonia solenne.

Il riconoscimento è stato conferito a Giovanni Paolo II nel 2004 e ad Angela Merkel nel 2008.

Andrea Riccardi, nato a Roma nel 1950, è professore ordinario di Storia contemporanea presso la Terza Università degli Studi di Roma e noto studioso della Chiesa in età moderna e contemporanea.

Ancora studente, Riccardi si riunì per la prima volta con un gruppo di liceali nell’Oratorio della Chiesa Nuova, il santuario di San Filippo Neri. Da quel primo incontro nascerà la Comunità di Sant’Egidio.

Il suo impegno per la pace lo ha visto mediatore nelle trattative per la risoluzione del conflitto in Mozambico e in altri Paesi.

Print Friendly, PDF & Email
Share this Entry

ZENIT Staff

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione