Il Colosseo illuminato per abolire la pena di morte

Iniziativa per il primo voto contro la pena capitale in Montana (USA)

Print Friendly, PDF & Email
Share this Entry

ROMA, lunedì, 2 marzo 2009 (ZENIT.org).- Questo lunedì sera il Colosseo di Roma si illuminerà per ricordare il voto favorevole dello Stato del Montana (Stati Uniti) all’abolizione della pena di morte.

L’illuminazione è un’iniziativa della Comunità di Sant’Egidio, da anni fortemente impegnata nella battaglia per l’abolizione della pena capitale nel mondo. Il 2 novembre 2007, ricorda un comunicato dell’organizzazione inviato a ZENIT, Mario Marazziti ha infatti consegnato a nome della Comunità, insieme a una delegazione della World Coalition Against Death Penalty (WCADP), più di 5 milioni di firme raccolte in 153 Paesi del mondo all’allora Presidente dell’Assemblea Generale dell’ONU, Srgian Kerim, chiedendo l’abolizione.

Attualmente aderiscono al movimento mondiale “Città per la vita – Città contro la pena di morte” oltre 900 città. Il Colosseo è il simbolo della Campagna mondiale.

Il voto del Senato dello Stato del Montana è un passo estremamente rilevante in un momento in cui una dozzina di Stati degli USA sta esaminando progetti di legge abolizionisti, il che potrebbe condurre a “una svolta epocale”.

Il Senato del Montana ha approvato il 16 febbraio con 27 voti a favore e 23 contro l’abolizione della pena di morte e la commutazione della pena in carcere a vita.

La legge abrogativa della pena capitale passa ora al vaglio della Camera dei Rappresentanti. Se questa l’approverà, il Governatore Brian Schweitzer la dovrà poi firmare e ratificare perché entri in vigore.

In caso di approvazione della legge, il Montana – dove dal 1976 sono state eseguite tre esecuzioni e due persone sono attualmente nel braccio della morte – diventerà il terzo Stato USA ad abolire la pena capitale, dopo quello di New York (2004) e il New Jersey (2007).

“Lo storico voto del Senato del Montana rappresenta un chiaro segno del fatto che la pubblica opinione negli Stati Uniti si sta indirizzando verso l’abolizione della pena capitale”, commenta la Comunità di Sant’Egidio, ricordando che dal 1999 le esecuzioni negli Stati Uniti sono diminuite del 60%.

Nel frattempo, “nel mondo intero si va consolidando la tendenza a cancellare questa crudele e disumana punizione dai sistemi penali. Si tratta di affermare un nuovo standard di giustizia, una giustizia che deve proteggere e rispettare la vita in tutte le circostanze”.

Il Colosseo si illuminerà anche se il Governatore Schweitzer ratificherà la decisione dell’abolizione della pena capitale in Montana, “per sottolinearne l’importanza e per dire quanto rilevanti siano i legami di amicizia e collaborazione nel far crescere il livello del rispetto per i diritti umani”.

Print Friendly, PDF & Email
Share this Entry

ZENIT Staff

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione