Dona Adesso

"Sono io, non abbiate paura" - Foto © Vatican Media/ LEV

“Sono io, non abbiate paura”

Il volume racchiude tutte le parole del Papa sul tema dei rifugiati e dei migranti – Dicastero per la Comunicazione – Ufficio Stampa

Nell’ambito della XV Assemblea Generale Ordinaria del Sinodo dei Vescovi, dal tema “I giovani, la fede e il discernimento vocazionale”, ha avuto luogo “Noi per. Unici, solidali e creativi”, un evento speciale dedicato ai giovani, alla presenza del Santo Padre e dei Vescovi sinodali. L’incontro-festa, scandito da momenti musicali, artistici, testimonianze e domande, si è concluso con un discorso del Papa che ha toccato molti temi.

Al Santo Padre, sul tema dei rifugiati e dei migranti, è stata però rivolta una domanda ben precisa: «Come vincere la mentalità sempre più diffusa che vede nello straniero, nel diverso, nel migrante, un pericolo, il male, il nemico da cacciare?». In un mondo, e in un momento storico, dominato dai populismi e dalla «mentalità dello sfruttamento della gente», della sopraffazione dei più deboli e della chiusura delle porte, Papa Francesco ha parlato di dialogo, di abbraccio, di accoglienza e di amore. Queste le risposte vincenti alla paura del diverso e al rifiuto dell’ospitalità.

Il tema dei migranti e dei richiedenti asilo, al quale il Santo Padre ha rivolto pensieri, parola, ma soprattutto gesti concreti, è sempre stato molto caro al Papa fin dall’inizio del suo pontificato. Papa Francesco, nel suo Discorso per la presentazione delle lettere credenziali degli ambasciatori di Tanzania, Lesotho, Pakistan, Mongolia, Danimarca, Etiopia e Finlandia del 17 maggio 2018, offre una guida solida e allo stesso tempo pratica per una compassione in azione: «Tra le questioni umanitarie più pressanti che la comunità internazionale ha ora di fronte vi è la necessità di accogliere, proteggere, promuovere e integrare quanti fuggono da guerra e fame o sono costretti da discriminazioni, persecuzioni, povertà e degrado ambientale a lasciare le loro terre». Il fenomeno migratorio e tutte le difficoltà che esso comporta, è stato un tema centrale anche durante i Circoli minori di discussione. I padri sinodali si sono interrogati sulle difficoltà che, chi lascia il proprio paese, incontra una volta giunto a destinazione. Sono ragazzi e ragazze, uomini e donne, partiti all’inseguimento del loro sogno e alla ricerca del benessere, che quando arrivano in un nuovo paese spesso non trovano quello che cercano, finendo per non seguire la loro vocazione originale e per perdere la fede.

Durante il briefing giornaliero sui lavori del Sinodo, che si tiene nella Sala Stampa vaticana, il cardinale Nzapalainga – Cardinale di Bangui nella Repubblica Centrafricana – si è fatto portavoce del grido di aiuto dei paesi africani, in cui spesso i giovani non hanno scelta: restare in patria e morire, oppure partire e morire lo stesso? Questo è il dubbio che affligge i giovani africani, la Chiesa ha il dovere di accompagnarli in questa difficile scelta – ha continuato il cardinale Nzapalainga.

Il cardinale Versaldi – prefetto della Congregazione per l’Educazione cattolica – ha proseguito, prima parlando senza mezzi termini di uomini «trattati come bestie,» poi, citando il Vangelo («Ero straniero e mi avete accolto»), ha ribadito l’irrinunciabile valore dell’accoglienza. È fondamentale che «la Chiesa europea e occidentale continui a sviluppare il discorso dell’accoglienza», ma è altrettanto importante che la Chiesa in Africa continui ad impegnarsi per «far sì che i giovani non partano» e che abbiano «la libertà di scegliere».

Sono io, non abbiate paura”
Parole su rifugiati e migranti
Il volume racchiude tutte le parole del Papa sul tema dei rifugiati e dei migranti. Al suo interno i Messaggi per la Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato dal 2014 al 2018, il Messaggio per la 51ª Giornata Mondiale della Pace, il Discorso ai direttori nazionali della Pastorale per i Migranti e due omelie del Santo Padre.

“Verso la fine della notte egli venne verso di loro camminando sul mare. I discepoli, a vederlo camminare sul mare, furono turbati e dissero: «È un fantasma» e si misero a gridare dalla paura. Ma subito Gesù parlò loro: «Coraggio, sono io, non abbiate paura».” (Mt 14, 22-27)

Autore: Papa Francesco
Pagine: 105
Prezzo: € 3,00
Isbn: 978-88-266-0181-6
Ufficio Marketing – Libreria Editrice Vaticana
Via della Posta – 00120, Città del Vaticano
Fax: 0669884716
Tel: 0669885366
Email: [email protected]

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione