Dona Adesso

Polonia: il Metropolita di Częstochowa visita le famiglie senza tetto

Il 13 gennaio, mons. Waclaw Depo si è recato nel Ricovero Sant’Alberto per salutare e benedire i 65 ospiti che trovano rifugio dalla quotidiana indigenza

“Oltre alle gioie quotidiane c’è anche il dolore e la sofferenza. L’importante è non dimenticare mai la speranza”. Così l’Arcivescovo Metropolita di Czestochowa, mons. Waclaw Depo, nel corso dell’incontro dello scorso 13 gennaio con gli abitanti del Ricovero Sant’Alberto per uomini e famiglie senzatetto, a Czestochowa. Durante la sua visita pastorale, il presule ha salutato gli ospiti della struttura – circa 65 attualmente – in particolare le famiglie e i loro bambini, benedicendo poi le camere che offrono loro un rifugio quotidiano dalla indigenza. “La mia visita qui era necessaria”, ha detto Depo, perché “la partecipazione ai momenti più difficili della vita di ogni persona umana e di ogni famiglia è un dovere della Chiesa”. “Senza un amore concreto e visibile – ha concluso – non esiste il vero cristianesimo. Senza amore non ci si può prendere cura di un’altra persona”.

About Mariusz Frukacz

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione