Dona Adesso

Bogotá, Incontro autorità, 7 settembre 2017 / © PHOTO.VA - OSSERVATORE ROMANO

Papa Francesco ai colombiani: “Non siete soli”

Discorso del Pontefice nella “Plaza de Armas” davanti al palazzo presidenziali

La parte ufficiale della prima giornata completa di papa Francesco in terra colombiana è iniziata questa mattina, giovedì 7 settembre 2017, alle 9 ora locale (le ore 16 a Roma) con il consueto incontro con le autorità e con i rappresentanti della società civile, che si è svolto nella “Plaza de Armas” davanti alla “Casa de Nariño”, ossia il palazzo presidenziale in pieno centro storico di Bogotá.

Dopo l’esecuzione degli inni dello Stato della Città del Vaticano e del Paese ospitante, il Pontefice si è recato assieme al presidente Juan Manuel Santos e la “Primera Dama”, María Clemencia Rodríguez de Santos, verso la scalinata davanti al palazzo presidenziale.

Il protocollo è stato interrotto da alcuni bambini, che hanno voluto offrire al Pontefice un piccolo dono o semplicemente salutarlo. Il Papa li ha salutati tutti con affetto e benedetto anche i bambini malati.

Bogotá, Incontro autorità, 6 settembre 2017 / © PHOTO.VA - OSSERVATORE ROMANO

Bogotá, Incontro autorità, 6 settembre 2017 / © PHOTO.VA – OSSERVATORE ROMANO

Sulla scalinata davanti al palazzo, dove il presidente ha acceso una fiamma della pace, il Papa è stato letteralmente accerchiato da un altro gruppo di bambini, che indossavano felpe bianche con la scritta in lettere dorate “Esperanza” e “Paz”.

Nel suo discorso di benvenuto, il presidente Santos ha ringraziato il Papa per essere venuto ad accompagnare la Colombia in questo “momento unico” della sua storia e per “espandere il dono della misericordia”.

Facendo riferimento al lemma del viaggio apostolico — “Demos el primer paso” (Facciamo il primo passo) –, il Premio Nobel per la Pace 2016 ha espresso inoltre la sua gratitudine al Pontefice per aver stimolato il popolo colombiano a fare “il primo passo per la riconciliazione”.

“Dobbiamo vincere gli odi con la forza meravigliosa dell’amore”, ha detto Santos. “Dobbiamo essere capaci di perdonare e di chiedere perdono.”

“Ho voluto venire fino a qui per dirvi che non siete soli, che siamo tanti a volervi accompagnare in questo passo”, ha sottolineato a sua volta il Papa nel suo discorso. “Questo viaggio vuole essere un incitamento per voi, un contributo che spiani un po’ il cammino verso la riconciliazione e la pace”, così ha proseguito.

“Molto è il tempo passato nell’odio e nella vendetta”, ha osservato il Papa, che ha aggiunto: “non vogliamo che qualsiasi tipo di violenza restringa o annulli ancora una sola vita”.

“Solo così, con fede e speranza, si possono superare le numerose difficoltà del cammino e costruire un Paese che sia Patria e casa per tutti i colombiani”, ha esortato Francesco, che ha messo in guardia “da ogni tentazione di vendetta e ricerca di interessi solo particolari e a breve termine”.

Cliccare qui per leggere il testo completo del discorso di papa Francesco.

About Paul De Maeyer

Schoten, Belgio  (1958). Laurea in Storia antica / Baccalaureato in Filosofia / Baccalaureato in Storia e Letteratura di Bisanzio e delle Chiese Orientali.

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione