Dona Adesso

La Bosnia ed Erzegovina nella politica internazionale della Santa Sede

Lunedì 2 dicembre, una giornata di studi all’Università Europea per approfondire il tema della diplomazia pontificia nei Balcani da Leone XIII a Papa Francesco

A pochi giorni dall’udienza concessa da Papa Francesco al premier della Bosnia ed Erzegovina, Vjekoslav Bevanda, si svolgerà presso l’Università Europea di Roma (via degli aldobrandeschi 190), lunedì 2 dicembre 2013, dalle ore 16.00, una giornata di Studi incentrata sul tema “La Bosnia ed Erzegovina nella politica internazionale della Santa Sede”. L’incontro intende approfondire la questione riguardante la rilevanza di quest’area balcanica nella percezione degli organi diplomatici pontifici, dal periodo austro-ungarico, attraverso la prima e la seconda Jugoslavia, sino all’indipendenza negli anni Novanta del Novecento.

L’iniziativa, organizzata dall’Università Europea di Roma in collaborazione con l’Ambasciata di Bosnia ed Erzegovina presso la Santa Sede, prevede tra i relatori i professori Roberto Morozzo della Rocca e Adriano Roccucci dell’Università degli Studi Roma Tre, Rita Tolomeo della Sapienza Università di Roma, Massimiliano Valente dell’Università Europea di Roma, Petar Vrankić emerito dell’Universität Augsburg, Johan Ickx dell’Archivio Storico della Sezione per i Rapporti con gli Stati (Città del Vaticano) e l’ambasciatore di Bosnia ed Erzegovina presso la Santa Sede, Slavica Karačić.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione