Dona Adesso
Medal of Jubilee of mercy

Holy See Press Office - Holy See Press Office

Giubileo: la medaglia raffigura il ritorno del Figliol Prodigo

L’immagine raffigura una mano maschile ed una femminile, a simboleggiare il perdono del Padre, che passa attraverso il ministero della Chiesa

È stata presentata oggi in Vaticano, la medaglia ufficiale del Giubileo Straordinario della Misericordia 2015-2016. Secondo quanto spiegato dalla Sala Stampa della Santa Sede, la medaglia presenta l’emblema del pontificato di Francesco, coronato dalla frase Iubilaeum Extraordinarium Misericordiae 2015 e, sotto, dal nome dell’artista che l’ha ideata.

Sul retro la medaglia riproduce un particolare de Il ritorno del figliol prodigo, opera conservata nel Museo dell’Ermitage di San Petroburgo ed ispirata alla parabola evangelica del padre misericordioso.

Particolarmente curioso è che le mani del Padre, a differenza dell’originale di Rembrandt, sono una maschile e una femminile, a significare che il perdono viene dal Padre, ma passa attraverso il ministero della Chiesa. Intorno ruota la frase: “In aeternum misericordia eius”, tratta dal Salmo 135.

Dal prossimo 4 gennaio, la medaglia sarà disponibile nella Città del Vaticano, presso la sede della Amministrazione del Patrimonio della Sede Apostolica (APSA), e presso la Libreria Editrice Vaticana.

La medaglia è stata commissionata dal Vaticano alla Zecca dello Stato Italiano in alcune centinaia di copie d’oro, 3000 d’argento e 3000 di bronzo altri. A ciò si aggiungono duecento volantini contenenti la medaglia.

L’opera è stata progettata da Mariangela Crisciotti, nata a Roma nel 1982 e diplomata alla celebre Scuola dell’Arte della Medaglia. La giovane artista ha vinto numerosi premi ha realizzato medaglie in vari modelli, anche per Benedetto XVI e Papa Francesco.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione