Dona Adesso

“Diamoci la mano: camminiamo insieme”

L’arcivescovo di Catanzaro-Squillace, monsignor Vincenzo Bertolone, esorta gli studenti della diocesi a “scoprire e imparare non solo ciò che sta scritto sui libri, ma la bellezza della vita”

Riprendiamo di seguito la lettera indirizzata da monsignor Vincenzo Bertolone, arcivescovo di Catanzaro-Squillace, agli studenti delle scuole medie della diocesi, in occasione dell’inizio dell’Anno Scolastico 2013-2014.

*** 

Carissimi studenti delle scuole medie,

vi raggiungo all’inizio del nuovo anno scolastico per rinnovarvi la mia amicizia e il mio grande affetto.

Settembre è il mese della ripartenza, della ripresa delle attività sospese, in tutto o in parte, durante la parentesi estiva, soprattutto nel mondo della scuola.

Come negli anni precedenti, vi ritroverete ai nastri di partenza provando come gli atleti sentimenti contrastanti: l’entusiasmo di mettersi in gioco, la gioia di riabbracciare i compagni, la speranza di vivere un anno scolastico di scoperte interessanti, ma anche la malinconia per l’estate finita, unita al timore degli ostacoli da affrontare, pensando di non essere all’altezza di farcela. Un groviglio di emozioni non facili da gestire, ma che sono il bello della vostra età e, permettetemi, motivo di nostalgia per noi adulti.

Diamoci la mano: camminiamo insieme. A voi tutti auguro che la scuola che ricomincia sia un’occasione per scoprire e imparare non solo ciò che sta scritto sui libri, ma la bellezza della vita. Ai vostri insegnanti e professori esprimo gratitudine per l’impegno ed il lavoro che si accingono a profondere. Ai vostri genitori dico che debbono a trovare la forza e gli stimoli per sentirsi coinvolti in un processo educativo che è completo ed efficace solo se vede appaiati e complementari i ruoli degli insegnanti e dei genitori.

Vi auguro di poter godere di tutto il bene che nella scuola già c’è e di aiutare, con la vostra tenacia, gli adulti che hanno il potere di cambiare le cose a farle per davvero. Vi auguro di assaporare il gusto della conoscenza, di riempire il vostro zaino variamente “griffato” con la bellezza delle lettere, con la saggezza delle scienze matematiche, e dell’esperienza della storia. Ogni materia sia uno scalino per farvi salire nella scala dell’umanità, uno stimolo forte per diventare grandi nella vita. Vi auguro che ogni compagno di scuola sia un vero amico con cui condividere sogni e fatiche.

Con tanta simpatia, buon anno scolastico!

Catanzaro, 8 Settembre 2013

+ Vincenzo Bertolone

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione