Il mondo del teatro rende omaggio a Wojtyla

Meditando sulla “Passione e morte di Karol”

Print Friendly, PDF & Email
Share this Entry

ROMA, sabato, 30 aprile 2011 (ZENIT.org).- “Passione e morte di Karol”: con questo evento il mondo del teatro ha voluto rendere omaggio a Giovanni Paolo II attraverso una meditazione che si è svolta venerdì sera a Roma. 

Nella cornice del Palazzo della Cancelleria, 28 attori con l’aiuto delle grandi voci della prosa hanno rievocato l’atmosfera di quelle ore. 

I testi della meditazione erano brani scelti dal libro “Papa Wojtyła, l’addio”, scritto dal giornalista Marco Politi. Dei 22 capitoli del volume sono stati scelti quelli più toccanti e divisi in XIV “stazioni” per raccontare le ultime settimane del Papa polacco.

Nel salone cinquecentesco oltre 700 persone si sono emozionate nell’ascoltare la lettura dei brani riguardanti i diversi momenti della malattia del Santo Padre, mentre sullo sfondo venivano proiettate alcune fotografie relative a questo periodo storico: i ricoveri, il Papa che si affaccia alla finestra dell’ospedale, il pubblico che lo saluta nel percorso tra il Vaticano e il Gemelli, i media accampati attorno all’ospedale in una specie di assedio mediatico, il Cardinale Leonardo Sandri che legge il messaggio del Papa, le sue parole contro la guerra in Iraq.

L’incontro è stato organizzato da Elea, l’istituto di alta formazione dei Padri Concezionisti, con il sostegno dell’IDI.

La parte audiovisiva è stata adattata dal regista Riccardo Leonellie e dal direttore degli eventi di Elea, Pietro Schiavazzi che ha introdotto l’evento.

La meditazione ha rievocato il sentimento collettivo che ha afferrato e trascinato milioni di uomini e donne fra il febbraio e l’aprile del 2005 quando il Papa venuto da lontano è riuscito a parlare anche a chi non pratica, a chi la pensa diversamente, a chi segue altre fedi, a chi lo aveva criticato.

Tra una stazione e l’altra un quartetto diretto da Stelvio Cipriani ha interpretato i brani musicali della messa solemnis da lui composta e dedicata a Giovanni Paolo II.

Sono intervenuti fra gli altri: Serena Autieri, Giulio Base, Massimo Dapporto, Monica Guerritore, Francesco Salvi, Sebastiano Somma, Euridice Axe’n, Vincenzo Bocciarelli, Danilo Brugia, Valeria Cavalli, Rodolfo Corsato, Lorenzo Flaherty, Khaled Fouad Allam, Giuliano Gemma, Andrea Giordana, Eleonora Ivone, Lucrezia Lante della Rovere, Riccardo Leonelli, Eleonora Mazzoni, Olek Mincer, Francesco Montanari, Giuseppe Pambieri, Francesco Pannofino, Nicoletta Romanoff, Edoardo Siravo, Lia Tanzi, Massimo Wertmuller, Giuseppe Zeno.

Print Friendly, PDF & Email
Share this Entry

ZENIT Staff

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione