Il messaggio del Papa per Praga: “L'amore di Cristo è la nostra forza”

A vent’anni dalla caduta del comunismo

Print Friendly, PDF & Email
Share this Entry

CITTA’ DEL VATICANO, martedì, 22 settembre 2009 (ZENIT.org).- Il viaggio che Papa Benedetto XVI compirà in Repubblica Ceca servirà per “incoraggiare la Chiesa perché si senta portatrice di un contributo di vitalità, di speranza e di carità nella società ceca, anche secolarizzata, in cui si trova”, ha affermato il portavoce della Sala Stampa della Santa Sede, padre Federico Lombardi S.I.

Il portavoce vaticano ha rivelato questa mattina durante un briefing alcuni dettagli sul viaggio del Pontefice nella Repubblica Ceca, che giunge dopo tre visite di Giovanni Paolo II (1990, 1995 e 1997).

Il motto scelto dal Vescovo di Roma per il suo viaggio è “L’amore di Cristo è la nostra forza”. Il Papa arriva nel Paese su invito del Presidente della Repubblica Ceca, Václav Klaus, e della Conferenza Episcopale.

La visita alla Repubblica Ceca, tredicesimo pellegrinaggio di Benedetto XVI oltre i confini italiani, si svolgerà dal 26 al 28 settembre.

L’allora Cardinale Joseph Ratzinger visitò il Paese quando era prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede nel marzo 1992, per partecipare a un congresso sul Catechismo della Chiesa Cattolica.

Secondo quanto ha affermato padre Lombardi, questo viaggio, nel quale il Papa festeggerà il patrono della Nazione, San Venceslao, si inserisce nel contesto storico dei vent’anni dalla caduta del comunismo e del ventesimo anniversario della canonizzazione di Santa Agnese da Praga (1211-1282), figlia di Premysl Otakar I, re di Boemia, canonizzata da Giovanni Paolo II il 12 novembre 1989.

Il percorso di Benedetto XVI

Dopo essere atterrato all’aeroporto internazionale Stará Ruzyně di Praga, per prima cosa il Papa visiterà l’immagine del Bambin Gesù di Praga, nella chiesa di Santa Maria della Vittoria.

Alle 16.30 il Pontefice compirà una visita di cortesia al Presidente Klaus nel Palazzo Presidenziale di Praga. Poco dopo, nello stesso luogo, incontrerà le autorità politiche e civili e il Corpo Diplomatico.

Alle 18.00 presiederà i Vespri con i sacerdoti, i religiosi, le religiose, i seminaristi e i movimenti laicali nella Cattedrale dei Santi Vito, Venceslao e Adalberto di Praga.

Il giorno successivo, il Papa si trasferirà nella città di Brno. Nell’aeroporto Turany presiederà alle 10.00 la Messa, alla quale si attende la partecipazione di circa 150.000 fedeli. L’Eucaristia sarà seguita dalla recita dell’Angelus.

Alle 12.45 tornerà di nuovo a Praga, dove alle 17.15 è previsto un incontro ecumenico nella Sala del Trono dell’Arcivescovado, durante il quale pronuncerà un discorso.

Alle 18.00 incontrerà il mondo accademico nel Salone di Vladislav del Castello di Praga. Saranno presenti i rettori delle università del Paese, oltre a una rappresentanza dei docenti e degli studenti.

Lunedì 28 settembre, festa nazionale nella Repubblica Ceca, Benedetto XVI si recherà nella città di Stará Boleslav, dove parteciperà agli atti commemorativi del giorno di San Venceslao, patrono del Paese.

Nella spianata nella Via di Melnik incontrerà i giovani a partire dalle 9.45. I ragazzi e le ragazze, ha spiegato padre Lombardi, si riuniranno dalla notte precedente per prepararsi all’incontro. Sarà una sorta di giornata nazionale della gioventù.

La cerimonia di congedo si svolgerà all’aeroporto Stará Ruzyne di Praga alle 17.15. Mezz’ora dopo Sua Santità partirà per tornare a Roma.

Padre Lombardi ha ricordato ai giornalisti che quando Giovanni Paolo II si recò nel Paese, nel 1990, visitava per la prima volta una Nazione dell’ex blocco comunista dopo la caduta della Cortina di Ferro.

La Repubblica Ceca è nata insieme alla Slovacchia il 1° gennaio 1993, dopo la separazione pacifica e consensuale delle due entità nazionali che formavano la Cecoslovacchia.

La Chiesa in numeri

La Repubblica Ceca ha una popolazione di 10.380.000 abitanti, dei quali 3.290.000 cattolici (il 31,7% degli abitanti). Il Paese è ripartito in 9 circoscrizioni ecclesiastiche, con 2.576 parrocchie e 70 centri pastorali di altro tipo. Attualmente la Chiesa cattolica ceca conta 20 Vescovi, 1.956 sacerdoti, 1.725 religiosi, 160 membri laici di Istituti Secolari e 1.109 catechisti. I seminaristi minori sono 7, i maggiori 184.

Un totale di 15.977 studenti frequenta i 79 centri di istruzione cattolici, dalle scuole materne e primarie agli istituti superiori e alle università. Riguardo ai centri caritativi e sociali di proprietà e/o diretti da ecclesiastici o religiosi, la Chiesa cattolica nella Repubblica Ceca conta 50 ospedali, 98 ambulatori, 134 case per anziani, invalidi e minorati, alcuni orfanotrofi e asili nido, 59 consultori familiari e altri centri per la protezione della vita, 170 centri speciali di educazione o rieducazione sociale e 28 istituzioni di altro tipo.

Print Friendly, PDF & Email
Share this Entry

ZENIT Staff

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione