Si prepara il centenario della nascita di Madre Teresa di Calcutta

Annuncio della Superiora Generale delle Missionarie della Carità

Print Friendly, PDF & Email
Share this Entry

di Nieves San Martín

CALCUTTA, lunedì, 7 settembre 2009 (ZENIT.org).- Le Missionarie della Carità di tutto il mondo hanno celebrato il 5 settembre il 12° anniversario della morte della loro fondatrice, Madre Teresa di Calcutta, e hanno iniziato i preparativi per festeggiare il centenario della sua nascita.

“Una settimana fa abbiamo iniziato i preparativi per la celebrazione del centenario della nascita di Madre Teresa il prossimo anno”, ha detto infatti suor Mary Prema, Superiora Generale della Congregazione.

“La santità eroica della sua vita ci assicura che la sua morte in terra significa la sua nascita in cielo”, ha aggiunto in una dichiarazione raccolta dal “Christian Today India”.

Sono state anche organizzate preghiere speciali nella sede delle Missionarie della Carità a Calcutta, dove religiose, collaboratori, volontari, amici e giornalisti si sono riuniti per commemorare il 99° anniversario della nascita di Madre Teresa.

“Madre Teresa ha aperto il proprio cuore all’amore per tutti – ha ricordato suor Mary –. Continua a ispirare tutti noi ad aprire gli occhi per vedere la dignità di un figlio di Dio nel povero e offrirgli pace e gioia attraverso i nostri umili servizi”.

Nel frattempo, il Consiglio Globale dei Cristiani Indiani (GCIC) ha deciso di celebrare il 5 settembre, anniversario della morte della religiosa, il “Giorno di Festa della beata Madre Teresa”.

Il GCIS ha sottolineato che, ispirandosi a Madre Teresa, rinnova il suo “impegno a servire i disprezzati e gli emarginati dalla società, i nostri Dalit (intoccabili) e i perseguitati a causa della fede”. Il gruppo, con base a Bangalore, è stato la voce dei cristiani perseguitati in India.

Persone di vari credo hanno ricordato Madre Teresa. Secondo il Press Trust dell’India, il presidente del forum All India Minority, Idris Ali, che ha organizzato una preghiera interconfessionale, ha chiesto al Ministro dei Trasporti federale, Mamata Bannerjee, di ribattezzare la metropolitana di Calcutta con il nome di Madre Teresa.

“Tutti hanno pregato e hanno ricordato Madre Teresa, la sua vita per i poveri, i malati e gli abbandonati”, ha detto suor Mary Prema.

“L’anno prossimo, in questo giorno, commemoreremo il centenario della nascita di Madre Teresa. Il nostro sincero impegno per essere canali dell’amore e della pace di Dio per i poveri sarà il dono più bello che potremo preparare”, ha aggiunto.

Giovanni Paolo II ha riconosciuto subito la santità di Madre Teresa, che è stata beatificata dal Papa in Vaticano il 19 ottobre 2003, dopo la guarigione da un tumore allo stomaco di una donna tribale del nord del Bengala avvenuta per sua intercessione.

Madre Teresa, albanese di nascita, giunse in India nel 1929 all’età di 18 anni, dedicandosi all’insegnamento. Divenne cittadina indiana nel 1948.

Nel 1950 fondò le Missionarie della Carità, Congregazione che ora ha 4.800 religiose e 757 case in 145 Paesi.

Per 45 anni Madre Teresa ha servito poveri, malati, orfani e moribondi, e per il suo operato le sono stati conferiti vari premi nazionali e internazionali, tra cui il Premio Magsaysay nel 1962, il Premio della Pace Giovanni XXIII e il Premio Internazionale John F. Kennedy nel 1971 e il Premio Nobel per la Pace nel 1979. Ha ottenuto anche il più alto riconoscimento dell’India, il Bharat Ratna, nel 1980.

Print Friendly, PDF & Email
Share this Entry

ZENIT Staff

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione