Famiglie di tutto il mondo in Messico per dare testimonianza

In un rosario nel contesto dell’Incontro Mondiale delle Famiglie

Print Friendly, PDF & Email
Share this Entry

di Carmen Elena Villa

CITTA’ DEL VATICANO, venerdì, 9 gennaio 2009 (ZENIT.org).- Cinque famiglie di vari Paesi del mondo dirigeranno il rosario che si celebrerà nel contesto del VI Incontro Mondiale delle Famiglie, che si svolgerà a Città del Messico dal 13 al 18 gennaio.

Durante il briefing svoltosi questo venerdì mattina nella Santa Sede, nel quale è stato reso noto il programma dell’evento, che sarà preceduto da un Congresso teologico-pastorale, gli sposi Alberto e Anna Fris, membri del Pontificio Consiglio per la Famiglia, hanno affermato che ciascuna delle coppie mostrerà la missione evangelizzatrice delle famiglie in vari luoghi del pianeta.

La recita del rosario si svolgerà nella Basilica di Guadalupe, nella capitale messicana, sabato 17 gennaio. Si contempleranno i misteri della gioia, in cui si medita l’annunciazione e l’incarnazione di Gesù nel seno di Maria e che permettono di ricordare agli sposi il dono della vita e l’educazione dei figli. Ciascuna delle coppie selezionate dirigerà un mistero.

Per l’Europa sarà presente una famiglia missionaria che vive attualmente in Olanda e ha cinque figli, due dei quali adottati. Darà così una testimonianza di annuncio di fede in un continente che, secondo Anna Fris, “ha bisogno di essere rievangelizzato”.

L’America Latina sarà rappresentata da una coppia indigena proveniente dal Guatemala con cinque figli, il maggiore dei quali è in seminario. “Hanno incontrato il Signore e questo li ha motivati a diventare operatori pastorali familiari”, ha aggiunto la Fris.

Per il continente asiatico parteciperà una famiglia pakistana che ha educato i suoi figli nella fede cattolica in un ambiente musulmano. Secondo Anna Fris, rappresenteranno “la sfida di essere cristiani in un mondo in cui si viene discriminati”.

Una famiglia del Malawi con i suoi due figli adolescenti rappresenterà il continente africano, in cui spiccano i valori “di condivisione”.

Gli Stati Uniti saranno rappresentati da una famiglia i cui figli hanno deciso di prepararsi per lavorare nell’evangelizzazione attraverso i mezzi di comunicazione. Come ha spiegato la Fris, “cercano di annunciare il Signore attraverso le nuove tecnologie”.

Durante la Messa solenne di chiusura del VI Incontro Mondiale delle Famiglie, domenica 18 gennaio, le coppie presenti potranno rinnovare le proprie promesse matrimoniali.

Papa Benedetto XVI, che invierà il suo messaggio in diretta attraverso un maxischermo, ha permesso che si conceda l’indulgenza plenaria a quanti parteciperanno alla Messa solenne, anche a chi la vedrà per televisione, seguendo le condizioni richieste dalla Chiesa.

Print Friendly, PDF & Email
Share this Entry

ZENIT Staff

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione