Il portavoce vaticano vede nella Francia una speranza per la Chiesa

Padre Lombardi tira le conclusioni del viaggio di Benedetto XVI

Print Friendly, PDF & Email
Share this Entry

CITTA’ DEL VATICANO, domenica, 21 settembre 2008 (ZENIT.org).- La Francia, in particolare per i suoi giovani, è motivo di speranza per la Chiesa nel mondo, spiega il portavoce vaticano dopo il viaggio di Benedetto XVI nel Paese, del 12 al 15 settembre.

Padre Federico Lombardi, S.I., direttore della Sala Stampa della Santa Sede, ha compiuto un’analisi del decimo viaggio internazionale di questo pontificato nell’editoriale dell’ultimo numero di Octava Dies, settimanale informativo del Centro Televisivo Vaticano, di cui è direttore.

“Il viaggio del Papa in Francia è stato certamente benedetto da risultati largamente positivi, come viene riconosciuto dalla massima parte degli osservatori”, constata.

“Ma mentre era prevedibile che la tappa di Lourdes si svolgesse in un clima sereno di intensa spiritualità, non era così scontato che la tappa parigina fosse accompagnata da tanta rispettosa attenzione della società francese e che la Chiesa locale riuscisse a dare una dimostrazione di tanta vitalità e larga partecipazione – ha riconosciuto -. Così è stato. Non vi è motivo di trionfalismi, ma di fiducia e di speranza”.

“Il Papa ha proposto con la sua abituale lucidità e coerenza in due grandi discorsi la sua visione del rapporto fra laicità e fede: ‘Autentica laicità non è prescindere dalla dimensione spirituale, ma riconoscere che proprio questa è garante della nostra libertà e dell’autonomia delle realtà terrene'”.

E ancora, sul rapporto fra cultura e fede: “Cercare Dio, essere in cammino verso Dio, resta oggi come ieri la via maestra ed il fondamento di ogni vera cultura”.

“Il fatto che si possano fare queste affermazioni oggi in luoghi altamente rappresentativi della vita politica e culturale europea, trovando attenzione e apprezzamento invece che pregiudiziale opposizione, incoraggia a pensare che anche nella mutata situazione storica la fede cristiana e la Chiesa cattolica siano chiamate a dare il loro contributo preziosissimo – diciamo pure necessario – alla costruzione della civiltà del nuovo millennio”, ha osservato padre Lombardi.

“La Chiesa in Francia – in particolare i giovani che hanno accolto il Papa con tanto entusiasmo – vi si prepara. E’ un incoraggiamento anche per tanti altri Paesi”, ha concluso.

Print Friendly, PDF & Email
Share this Entry

ZENIT Staff

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione