Dona Adesso

Copyright: Servizio Fotografico L'Osservatore Romano

Programma – 29 novembre 2017

Viaggio in Myanmar (27-30 novembre)

Il programma odierno del viaggio papale prevede tre incontri. Stamattina, Papa Francesco ha lasciato l’Arcivescovado di Yangon per recarsi al Kyaikkasan Ground. Alle 8.30 locali (03.00 ora di Roma) dopo un giro in papamobile. il Santo Padre ha celebrato la Santa Messa con i fedeli convenuti da tutto il Myanmar.

L’arcivescovo di Yangon, Card. Charles Bo, S.D.B., ha salutato il Santo Padre dopo la conclusione della Celebrazione Eucaristica. Poi Papa Francesco è rientrato in auto all’Arcivescovado per pranzare insieme ai membri del Suo seguito.

In pomeriggio, Papa Francesco incontrerà il Consiglio Supremo “Sangha” dei Monaci Buddisti e i Vescovi del Myanmar. Il Santo Padre si trasferirà in auto al Kaba Aye Center, situato circa undici chilometri al Nord di Yangon. La pagoda è uno dei templi più venerati dell’Asia sud-orientale ed è stato costruito nel 1952 in occasione del “Sixth Buddhist Council” (1954-1956).

Al rientro il Santo Padre si fermerà alla St. Mary’s Cathedral, la più grande cattedrale del Myanmar, per salutare i fedeli e per incontrare i Vescovi del Myanmar. Domani Papa Francesco tornerà alla cattedrale per celebrare la Santa Messa con i giovani.

***

alle 8.30 Santa Messa nel Kyai Ground

alle 16.15 Incontro con il Consiglio Supremo “Sangha” dei Monaci Buddisti nel Kaba Aye Centre

alle 17.15 Incontro con i Vescovi del Myanmar in un salone della Cattedrale di St. Mary

About Staff Reporter

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Etiam vitae libero quis nunc porta viverra. Suspendisse ultricies, metus vel condimentum viverra, augue nisi aliquam mi, cursus posuere velit lacus eu metus. Phasellus elementum eros viverra dignissim interdum. Praesent sed consectetur nulla. Suspendisse eget bibendum purus. Sed ut dui a tortor ullamcorper condimentum at nec nibh. Pellentesque suscipit vulputate faucibus.

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione