Dona Adesso
National Flag of Iraq

WIKIMEDIA COMMONS

“No a divisioni settarie dell’Iraq”. Reazione sciita alla proposta Usa

Il Congresso Usa accoglierà presto una risoluzione per chiedere l’istituzione di una provincia autonoma nella Piana di Ninive per le minoranze. Secco no dal parlamento iracheno

È in atto un “infame” progetto statunitense per dividere l’Iraq? La dura ipotesi viene dalla parlamentare sciita Ferdous al Awadi, rappresentante molto attiva dell’Alleanza nazionale irachena, che ha così commentato l’intenzione di presentare al Congresso Usa una risoluzione sostenuta da politici sia repubblicani che democratici per chiedere l’istituzione di una provincia autonoma nella Piana di Ninive “sotto la bandiera della protezione delle minoranze”

“Gli Stati Uniti – ha dichiarato a fonti irachene la rappresentante politica sciita, ripresa dall’agenzia Fides – si stanno preparando a dividere l’Iraq attraverso un piano già predisposto, che dovrà essere realizzato dopo la sconfitta del Daesh”. Un disegno che, a giudizio di Ferdous al Awadi, in realtà danneggia il diritto all’autodeterminazione delle popolazioni che vivono nella regione, e contribuisce a fomentare le spinte settarie centrifughe con l’intento di “cancellare del tutto l’Iraq dalla mappa geografica”.

Di qui l’appello della al Awadi a tutto il popolo iracheno, a non sostenere disegni sul proprio Paese concepiti oltreconfine, che puntano a suo giudizio a far degenerare ulteriormente i conflitti settari.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione