Dona Adesso

Pixabay CC0 - skeeze, Public Domain

L’impegno della Chiesa italiana per il Terzo Mondo

Stanziati dalla CEI 13,5milioni dall’8×1000 per finanziare 132 progetti in Africa, America Latina, Asia e Medio Oriente

La Chiesa italiana a sostegno di 132 progetti per le fasce più bisognose del pianeta, attraverso 13,5milioni di euro ricavati dall’8 per mille. Questa la cifra rivelata nei giorni scorsi dalla Conferenza episcopale italiana, attraverso il suo Comitato per gli interventi caritativi a favore del Terzo Mondo, che si è riunito a Roma.

Come riferisce l’agenzia Sir, “in Africa sono stati approvati 75 progetti per complessivi 9.233.045 euro; 1.768.086 euro vanno in America Latina per 37 progetti; 2.223.784 euro finanzieranno 18 progetti in Asia; 312.412 euro 2 progetti in Medio Oriente”.

Il Comitato pone l’accento su un progetto in Angola, per la costruzione di una falegnameria, nonché la fornitura di macchinari e la formazione del personale per un gruppo di lavoratori locali nella diocesi di Mbanza, in Congo. Vi è poi un progetto finanziato in Burkina Faso, per migliorare le condizioni di vita della popolazione rurale nel distretto di Garango attraverso un corso di formazione rivolto ad operatori sanitari, educatori, insegnanti e famiglie (alle quali sono destinati stufe e servizi igienici). Il progetto prevede inoltre l’equipaggiamento di alcuni Centri di salute, la realizzazione di due nuovi pozzi ed il ripristino di altri due attualmente non funzionanti.

Sempre in Africa, in Camerun, il Comitato segnala un progetto di  imprenditorialità agro-pastorale e artigianale per favorire l’inserimento nel mondo del lavoro di 400 giovani disoccupati mediante la creazione di cooperative e l’acquisto di equipaggiamenti per la produzione e di veicoli per il trasposto. Progetti anche nell’ambito sanitario: all’ospedale di Digsa, in Eritrea, aprirà un reparto di radiologia.

Sostegno anche all’Ecuador, dove è stato finanziato un centro terapeutico di riabilitazione per alcolisti e di una casa di accoglienza per ragazze madri. Infine, in Cambogia viene sostenuto un programma di assistenza sanitaria e formazione umana rivolto in particolare ai malati nella zona di Phnom Penh.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione