Dona Adesso

Asino / Pixabay CC0 - Mzlle, Public Domain

L’asino vola

“Pillola quotidiana” di padre Andrea Panont

A proposito, parlando con un amico veronese, ricordavamo che anni fa nessuno immaginava il Chievo in serie A…tanto che dicevano: quando vedremo il Chievo in A, vedremo l’asino che vola.

A volare è Pegaso, il cavallo alato della mitologia, non l’asino. Infatti c’è un momento nel galoppo del cavallo in cui tutte e quattro le zampe
sono staccate da terra, e in quell’ istante vola.

Questo non capita all’asino, che galoppa di rado e in modo goffo. 

“L’asino vola” esprime allora il bisogno dell’uomo di credere alle cose impossibili, di fantasticare, di sognare a occhi aperti.

L’uomo ha sempre desiderato volare. Vincere la forza di gravità che lo ancora a terra. Sfidare i limiti imposti dalla fìsica e dalla realtà.

Perfino l’ape che vola  ha del miracoloso e crea qualche difficoltà alla scienza. Appeso alla parete d’una saletta del convento dei cappuccini di Roma, vedi un quadro che mostra dipinta un’ape che vola e sotto la scritta: “Se l’ape avesse studiato le leggi e le norme del volo, non avrebbe mai volato”.

Se l’uomo volesse studiare e capire le regole della vita cristiana non ci sarebbe nessun cristiano.

Il miracolo è proprio una meraviglia, un intervento divino che supera e trascende le capacità umane; ecco perché la stessa vita cristiana è “un asino che vola”. E’ l’uomo che lascia vivere in sé Gesù. Allora Gesù è libero di fare da Dio nelle impossibilità umane.

Ciao da P. Andrea

Per richiedere copie dei libretti di padre Andrea Panont e per ogni approfondimento si può cliccare qui.

About Andrea Panont

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione