Dona Adesso

Teresa d'Avila, di Peter Paul Rubens / Wikimedia Commons - David Monniaux, CC BY-SA 3.0

Chi ha già tutto

“A chi ha Dio, nulla manca”, insegna Teresa d’Avila, “Dio solo basta”

Alle volte mi scopro capace di dire, di insegnare e mi sorprendo che gli altri vivano con gioia quello che dico. Sono evidentemente persone che fanno e non dicono, correggendo la mia tentazione del dire e non fare.

Era la festa di Teresa d’Avila, la fondatrice del mio Ordine Carmelitano. Con un fervore più accentuato del solito celebro la messa per i giovani della parrocchia e all’omelia dico pure due parole sulla spiritualità di Teresa, soffermandomi puntigliosamente sulla sua espressione più significativa: “Solo Dio basta. A chi ha Dio nulla manca”.

Per festeggiare anche una mia ricorrenza, i giovani raccolti in una sala, mi sottopongono al gioco delle scatole cinesi. Sette ne ho dovuto aprire a vuoto.

All’apertura dell’ultimo involucro di piccole dimensioni non potevo aspettarmi che un “tesoro” piccolo, ma senz’altro molto prezioso.

Mi invitano ad aprire io stesso il pacchettino.

Cercando di stare al gioco, apro e vi trovo un cofanetto di legno, a forma di cubo, dotato di un coperchietto chiuso da un minilucchetto.

Mi danno una piccola chiave. Apro, alzo il coperchietto e non vedo che il vuoto.

“Qui non c’è proprio niente!” – esclamo con una vena di malcelata delusione.

“Leggi sotto il coperchietto!”- mi dicono.

Vi è scritta una frase in tedesco che leggo ad alta voce: “Fur den der alles hat.”

Per quel poco di tedesco imparato a scuola capisco che non devo aspettarmi proprio nulla da nessuno, perchè come religioso, come sacerdote e come cristiano ho già tutto. “A chi ha Dio, nulla manca”- insegna Teresa d’Avila. “Dio solo basta” avevo predicato dall’altare.

Certo che quando desideri qualcosa è segno evidente che non possiedi Dio. Quando un’anima possiede Dio entra nella massima povertà; cioè non desidera più nulla, anche se tutto può usare; ma lo fa con animo perfettamente distaccato. Non serve le cose, Si serve delle cose, senza servirle.

Grazie, ragazzi! Con un “regalo” così strano, ma così vero e così prezioso, mi state ricordando che “nulla può arricchire chi ha già tutto.”

Ciao da p. Andrea

Per richiedere copie dei libretti di padre Andrea Panont e per ogni approfondimento si può cliccare qui.

About Andrea Panont

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione