Dona Adesso

© ZENIT

A San Paolo fuori le Mura, una preghiera per il Concilio panortodosso

Sabato l’appuntamento organizzato dal Dicastero per l’Unità dei cristiani in vista dell’evento che, salvo rinvii, dovrebbe aprirsi a Creta il 19 giugno

Si terrà il prossimo sabato 11 giugno, alle 17, nella basilica papale di San Paolo fuori le Mura, un momento di preghiera in vista della celebrazione del Concilio panortodosso. A organizzarlo è il Pontificio Consiglio per la Promozione dell’unità dei cristiani, guidato dal cardinale Kurt Koch, e vuole essere un’occasione per “manifestare la vicinanza spirituale della Chiesa cattolica alla Chiesa ortodossa”, come si legge sull’invito.

Come è noto, il Concilio panortodosso dovrebbe aprirsi a Creta il 19 giugno prossimo, solennità di Pentecoste del calendario giuliano, fino al 27. Una occasione unica che per la prima volta da oltre un millennio vedrebbe dopo secoli riuniti insieme tutti i 14 tra patriarcati e Chiese autocefale che formano il mondo ortodosso.

Di questo appuntamento si discute da circa 50 anni, ma numerose difficoltà lo avevano fatte rimandare. Grazie alla tenacia del patriarca Bartolomeo e alla sollecitazione offerta dalla situazione drammatica vissuta oggi dalla Chiese del Medio Oriente, in gennaio – durante l’incontro dei primati tenutosi a Chambésy in Svizzera – era stato trovato l’accordo per l’indizione dell’evento di Creta.

Nei giorni scorsi, tuttavia, si è parlato insistentemente di un rinvio dello storico Concilio anche a causa di alcune Chiese, come quella bulgara, che hanno minacciato espressamente di non mandare a Creta la propria delegazione senza l’assicurazione che alcune loro richieste verranno accolte. Anche per questo, nei giorni scorsi – informa il Sir – il Sinodo del patriarcato di Mosca ha chiesto ufficialmente al patriarca di Costantinopoli la convocazione per venerdì 10 giugno di “una riunione preconciliare panortodossa straordinaria per verificare la fattibilità del Concilio nelle date previste” .

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione