Perché la bellezza può salvare il mondo?

L’amore può rendere bello anche ciò che sembra brutto

Share this Entry

In occasione di un bell’incontro organizzato a Roma dall’Associazione Natale 365, diversi autori hanno cercato di riflettere sulla suggestione dello scrittore russo Fëdor Dostoevskij, secondo il quale “la bellezza salverà il mondo”.

A questo proposito ho sostenuto che:

La ricerca e il raggiungimento della bellezza è una caratteristica dell’anima.

La bellezza infatti  è un valore universalmente percepito che può crescere all’infinito e per questo non può essere contenuto solo nel corpo.

Inoltre non necessariamente la bellezza e l’eroicità dell’umano corrisponde alla sola bellezza estetica.

L’amore infatti è così potente da rendere bello anche quello che apparentemente sembra brutto.

La bellezza dell’amore può guarire anche chi è malato.

La bellezza la si ritrova anche in un anziano, in un disabile, in un povero, in un senzatetto in un carcerato.

La bellezza la si trova anche in un quadro oscuro e disordinato. 

La bellezza la si trova anche nella pietra scartata. 

La bellezza la si trova anche nel Cristo crocifisso e stravolto dalla sofferenze e dalla tortura. 

Riconoscere e scoprire questa bellezza rappresenta la verità della rivoluzione cristiana.

Ed anche la cosa più brutta come la morte può  diventare accettabile se travolta dall’amore e dalla fraternità umana 

Rendere bella una cosa brutta è opera di Dio, facoltà che è stata concessa anche agli umani.

Ed è proprio per questo sono stati fatti a immagine e somiglianza del Creatore.

E Ulisse nella divina Commedia scritta da Dante Alighieri, afferma:  “fatti non foste a viver come bruti ma per seguir virtute e conoscenza

L’umano che cerca e pratica il vero, il buono ed il bello, può vivere eroicamente e raggiungere mete impensabili. 

Insomma l’umano che noi immaginiamo cerca l’infinito e non gli basta.

Seguendo questi pensieri insieme ad altri amici, abbiamo pubblicato due libri. Il primo ha per titolo Verso l’infinito e oltre – Storie per un manuale dell’ottimismo e racconta la storia di eroi sconosciuti. L’altro libro, Campioni di Vita, raccoglie 16 storie di come attraverso lo sport anche vicende brutte e oscure sono diventate belle.

Entrambi i libri sono distribuiti nelle librerie, se non li trovate potete scrivere a Zenitbooks: zenitbooks@zenit.org

Grazie dell’attenzione e adesso scatenate il paradiso alla ricerca della bellezza più grande!

Share this Entry

Antonio Gaspari

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione