I Vescovi irlandesi accolgono con favore la nomina dei Visitatori

E’ il segno della “personale vicinanza” del Papa ai cattolici di Irlanda

Print Friendly, PDF & Email
Share this Entry

ROMA, martedì, 1 giugno 2010 (ZENIT.org).- I Vescovi d’Irlanda hanno accolto con favore la nomina dei Visitatori apostolici che indagheranno sugli scandali che hanno fatto seguito agli abusi sessuali commessi da alcuni membri della Chiesa irlandese. E’ quanto si legge in un comunicato congiunto diffuso questo martedì all’indomani della notizia annunciata dalla Sala Stampa vaticana.

La Visita Apostolica ad alcune diocesi, ai seminari e alle congregazioni religiose dell’Irlanda, che avrà inizio in autunno, scrivono i presuli, è “un’espressione della personale vicinanza” di Papa Benedetto XVI ai cattolici del Paese e “rappresenta un ulteriore passo importante sulla strada della guarigione, della riparazione e del rinnovamento della Chiesa in Irlanda”.

“Ci impegniamo a offrire la nostra piena collaborazione”, affermano aggiungendo che “la Visita Apostolica sarà l’occasione per sviluppare ulteriormente il lavoro che è stato intrapreso nella Chiesa di Irlanda per rispondere alle esigenze delle vittime sopravvissute, per sviluppare procedure forti e linee guida per la salvaguardia dei bambini e per lavorare ad un rinnovamento della fede”.

La Visita Apostolica, continuano, darà anche “l’opportunità di riflettere, valutare e rivedere alcuni aspetti della vita della Chiesa in Irlanda”.

Dal canto suo l’Arcivescovo di Dublino, mons. Diarmuid Martin, in un comunicato diffuso sempre il 1° giugno ha detto che la Visita Apostolica costituisce “un elemento importante nel processo messo in atto da Papa Benedetto XVI per assistere la Chiesa cattolica in Irlanda nel suo rinnovamento”.

Il presule ha espresso il proprio apprezzamento anche sul fatto che “la Visita comincerà con lo stilare una valutazione della risposta data alle vittime e della qualità dell’assistenza che la Chiesa in Irlanda deve ai sopravvissuti”.

L’Arcivescovo ha inoltre accolto con favore la scelta ricaduta sul Cardinale Sean O’ Malley, Arcivescovo di Boston, che affiancherà nel suo incarico gli altri tre visitatori apostolici. “La sua esperienza e impegno personale” su questo fronte, ha affermato mons. Diarmuid Martin, lo rendono “la persona più indicata per portare la solidarietà della Chiesa, ai fedeli e al clero dell’arcidiocesi di Dublino”.

In una dichiarazione il Cardinale Sean O’ Malley ha ribadito che la Chiesa deve essere instancabilmente “vigile nella protezione dei bambini e dei giovani”, sottolineando l’importanza di “rispondere alle preoccupazioni della comunità cattolica e dei sopravvissuti in modo da promuovere un processo di risanamento delle ferite”.

L’Arcivescovo di Boston ha infine evidenziato il valore della preghiera per “una Chiesa purificata dalla penitenza e rinnovata nella carità pastorale”.

Print Friendly, PDF & Email
Share this Entry

ZENIT Staff

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione