Messaggi SMS per costruire una chiesa nelle Canarie

Un parroco raccoglie fondi inviando il Vangelo della domenica via cellulare

Print Friendly, PDF & Email
Share this Entry

TELDE, giovedì, 30 luglio 2009 (ZENIT.org).- Un parroco della Diocesi delle Canarie, in Spagna, ha diffuso un sito di successo che offre un servizio di messaggi SMS per alcune festività e permette anche di ricevere sul telefono cellulare una frase del Vangelo domenicale.

La pagina web “Iglesiasms.com” è una proposta evangelizzatrice creata dal sacerdote e giornalista Julio Roldán. Il suo obiettivo, ha spiegato il presbitero a ZENIT, è quello di raccogliere fondi per la costruzione della chiesa del Pilar, in uno dei quartieri di cui si occupa, nell’isola di Gran Canaria.

A questo scopo, si organizzano varie campagne nel corso dell’anno, che consistono nell’invio di messaggi SMS.

“Stiamo lavorando insieme per costruire la chiesa del Pilar – ha affermato il parroco –. Abbiamo bisogno di uno spazio in cui la comunità cristiana e i credenti possano pregare e celebrare la fede. Un domani i nostri figli e giovani ci ringrazieranno per ciò che facciamo per loro oggi”.

“Una cosa così semplice come inviare un SMS con il cellulare può presupporre un forte impulso per tutti noi – ha aggiunto –. Con questa intenzione lanciamo questa iniziativa iglesiasms.com, un nuovo modo di trasmettere il Messaggio”.

Nella celebrazione di certe festività, come la Settimana Santa o la Prima Comunione, la pagina web offre la possibilità di inviare un messaggio adatto al significato della festività.

Dall’altro lato, esiste la proposta di ricevere sul telefono cellulare il Vangelo domenicale. Basta inviare il messaggio “MAT EVANGELIO” al 5700. E’ un servizio offerto tutto l’anno che permette di ricordare una frase centrale del Vangelo proclamato nella Messa domenicale.

Da iglesiasms.com è possibile iscriversi per ricevere novità e iniziative sviluppate durante tutto l’anno.

Print Friendly, PDF & Email
Share this Entry

ZENIT Staff

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione