Il Papa incontra alcuni giovani da paesi del Caucaso in guerra

Promuove con loro la convivenza pacifica e la riconciliazione

Print Friendly, PDF & Email
Share this Entry

CITTA’ DEL VATICANO, mercoledì, 24 settembre 2008 (ZENIT.org).- Benedetto XVI ha incontrato questo mercoledì giovani provenienti da paesi in guerra, alcuni di loro dal Caucaso – georgiani, russi e osseti – che studiano in Italia.

Ospitati dall’Associazione “Rondine Cittadella della Pace” di Arezzo, sono venuti in piazza San Pietro per vedere il Papa accompagnati dal fondatore Franco Vaccari e dai Vescovi Gualtiero Bassetti di Arezzo-Cortona Sansepolcro e Rodolfo Cetoloni di Montepulciano-Chiusi-Pienza.

Quattordici giovani erano in prima fila durante l’Udienza generale e hanno ascoltato con attenzione le parole rivolte loro dal Santo Padre: “Auspico che questo vostro incontro contribuisca ad affermare una giusta cultura della convivenza pacifica tra i popoli e a promuovere l’intesa e la riconciliazione”.

I giovani sono arrivati ad Arezzo lo scorso luglio per ricevere una formazione universitaria e cercare di superare le ferite aperte provocate dalla guerra.

L’Associazione “Rondine Cittadella della Pace”, nata nel 1997 per la promozione del dialogo e della pace tramite l’esperienza dello studentato internazionale, accoglie giovani dei Balcani, dell’ex Urss, del Caucaso, del Medio Oriente e dell’Africa.

Print Friendly, PDF & Email
Share this Entry

ZENIT Staff

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione