Dona Adesso

Foto: Tomas Castelazo - Commons Wikimedia

Usa: le diocesi di tutto il Paese in preghiera per i migranti

L’iniziativa lanciata dai vescovi per il prossimo 12 dicembre, festa della Madonna di Guadalupe

Si terrà negli Stati Uniti il 12 dicembre prossimo, festa della Madonna di Guadalupe, una giornata di preghiera dedicata in particolare alla difficile situazione dei rifugiati e dei migranti negli Usa e nel modo. Un’occasione, da parte dei vescovi americani, per mettere in evidenza “le speranze, le paure e le esigenze di tutte quelle famiglie venute negli Stati Uniti alla ricerca di una vita migliore”, come sottolineano in una nota diffusa da L’Osservatore Romano.

“Con l’avvicinarsi del Natale, e in particolare la festa della Madonna di Guadalupe – spiega il cardinale Daniel Di Nardo, arcivescovo di Galveston-Houston e presidente della Conferenza Episcopale Usa – ci viene ricordato che il nostro Salvatore Gesù Cristo non è nato nella comodità della propria casa, ma in una mangiatoia”.

Momenti di preghiera e liturgie speciali si terranno in molte diocesi di tutto il Paese. È a disposizione on line anche un rosario dal titolo «Unità nella diversità», che comprende le preghiere per i migranti e i rifugiati. “Molte famiglie – ha affermato l’arcivescovo di Los Angeles e vicepresidente della Conferenza Episcopale, monsignor José Horacio Gómez – si chiedono quale impatto potrebbero avere le modifiche alla politica sull’immigrazione”. “Vogliamo che sappiano che la Chiesa è con loro, prega per loro e sta monitorando attivamente gli sviluppi a livello diocesano, statale e nazionale, per fare azione efficace di promozione dei loro diritti”, ha aggiunto il presule.

Intanto, riferisce l’agenzia Fides, la sottocommissione per la Chiesa in America latina della Conferenza Episcopale statunitense ha approvato, nei giorni scorsi, la concessione di 204 sussidi per progetti di evangelizzazione e di solidarietà, per un totale di circa 4 milioni di dollari. Il totale delle sovvenzioni assegnate quest’anno è il più alto di sempre, superando gli otto milioni di dollari, mentre la raccolta annuale per la Chiesa in America latina celebra il suo 50° anniversario.

I progetti approvati sostengono il lavoro pastorale della Chiesa in America latina e nei Caraibi, e riguardano la formazione di responsabili laici, di seminaristi e religiosi, il lavoro pastorale e missionario nelle carceri e la pastorale giovanile. Tra le sovvenzioni anche quelle per la ricostruzione delle chiese in Ecuador distrutte e danneggiate dopo il terremoto dell’aprile scorso.

Da ricordare, infine, che molti dei fondi raccolti negli anni passati sono stati destinati alla ricostruzione di Haiti, in grave difficoltà dopo il devastante sisma del 2010, e delle Filippine.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione