Dona Adesso
Aurora borealis appear in night's sky

Pixabay CC0

Papa Francesco: “Tutti noi viviamo sotto lo stesso cielo”

Nell’udienza ai partecipanti della Scuola estiva di Astronomia della Specola Vaticana, il Papa rimarca il desiderio di scoprire la verità su come operi l’universo

 “Cari fratelli e sorelle, il lavoro dello scienziato richiede grande impegno, che può essere lungo e faticoso. Tuttavia esso può e dovrebbe essere una sorgente di gioia”.Lo ha detto stamane Papa Francesco ricevendo in udienza nella Sala del Concistoro del Palazzo Apostolico, i partecipanti alla Scuola estiva di Astronomia della Specola Vaticana.

Il Pontefice si è detto lieto di accogliere professori e alunni del Corso estivo organizzato dai Padri Gesuiti alla Specola Vaticana.

Una qualificata partecipazione di persone provenienti da vari Paesi e differenti culture – ha precisato il Pontefice – “è segno di come la diversità può arricchire anche il lavoro di ricerca in ambito scientifico”.

Il Vescovo di Roma ha ringraziato Padre Paul Mueller, Vice Direttore dell’Osservatorio, i professori che si sono resi disponibili per accompagnare i giovani astronomi, “nella complessa e meravigliosa attività di scrutare l’universo, dono incomparabile del Creatore”.

Il Papa si è detto riconoscente a quanti, con la loro generosità, hanno contribuito a rendere possibile la scuola internazionale.

A conferma di quanto la Chiesa è amica della «vera e fondata scienza, sia umana che divina» il Papa Leone XIII fondò l’Osservatorio Vaticano con il Motu proprio Ut mysticam, (14 marzo 1891).

Facendo riferimento all’universo, comune a uomini e donne che vivono in contesti culturali e religiosi assai differenti, il Pontefice ha sottolineato che “Tutti noi viviamo sotto lo stesso cielo; e tutti siamo mossi dalla bellezza che si rivela nel cosmo e si riflette anche nei nostri studi sui corpi e le sostanze celesti”.

“Siamo così uniti dal desiderio di scoprire la verità su come opera questo meraviglioso universo, avvicinandoci sempre più al suo Creatore”.

Nello specifico la Scuola estiva di Astronomia della Specola Vaticana si è occupata questo anno dello studio dell’acqua nel sistema solare e altrove.

E’ evidente quanto l’acqua sia essenziale per la vita.

“Dai più piccoli fiocchi di neve alle grandi cascate, – ha detto il Papa – dai laghi e dai fiumi agli immensi oceani, l’acqua ci affascina con la sua potenza e al tempo stesso con la sua umiltà.

Le grandi civiltà ebbero inizio lungo i fiumi, e anche oggi l’accesso all’acqua pura è un problema di giustizia per il genere umano, ricchi e poveri.

Papa Francesco ha concluso augurando ai presenti di coltivare la gioia, che anima il lavoro scientifico, e che è la ragione per cui “non potete fare a meno di condividerla con i vostri amici, le vostre famiglie, le vostre nazioni, come pure con la comunità internazionale degli scienziati con i quali lavorate”.

Prima di benedire tutti i presenti il Pontefice ha chiesto di condividere i frutti della ricerca con umiltà e fraternità. Con questo auspicio, invoco su di voi e sulla vostra attività la benedizione del Signore. E vi chiedo per favore di pregare per me. Grazie.

 

About Antonio Gaspari

Cascia (PG) Italia Studi universitari a Torino facoltà di Scienze Politiche. Nel 1998 Premio della Fondazione Vittoria Quarenghi con la motivazione di «Aver contribuito alla diffusione della cultura della vita». Il 16 novembre del 2006 ho ricevuto il premio internazionale “Padre Pio di Pietrelcina” per la “Indiscutibile professionalità e per la capacità discreta di fare cultura”. Il Messaggero, Il Foglio, Avvenire, Il Giornale del Popolo (Lugano), La Razon, Rai tre, Rai due, Tempi, Il Timone, Inside the Vatican, Si alla Vita, XXI Secolo Scienza e Tecnologia, Mondo e Missione, Sacerdos, Greenwatchnews. 1991 «L'imbroglio ecologico- non ci sono limiti allo sviluppo» (edizioni Vita Nuova) . 1992  «Il Buco d'ozono catastrofe o speculazione?» (edizioni Vita Nuova). 1993 «Il lato oscuro del movimento animalista» (edizioni Vita Nuova). 1998 «Los Judios, Pio XII Y la leyenda Negra» Pubblicato da Planeta in Spagna. 1999 «Nascosti in convento» (Ancora 1999). 1999 insieme a Roberto Irsuti il volume: «Troppo caldo o troppo freddo? - la favola del riscaldamento del pianeta» (21mo Secolo). 2000 “Da Malthus al razzismo verde. La vera storia del movimento per il controllo delle nascite” (21mo Secolo, Roma 2000). 2001 «Gli ebrei salvati da Pio XII» (Logos Press). 2002 ho pubblicato tre saggi nei volumi «Global Report- lo stato del pianeta tra preoccupazione etiche e miti ambientalisti» (21mo Secolo, Roma 2002). 2002 ho pubblicato un saggio nel nel Working Paper n.78 del Centro di Metodologia delle scienze sociali della LUISS (Libera Università Internazionale degli Studi Sociali Guido Carli di Roma) «Scienza e leggenda, l’informazione scientifica snobbata dai media». 2003 insieme a VittorFranco Pisano il volume “Da Seattle all’ecoterrorismo” (21mo Secolo, Roma 2003). 2004 ho pubblicato insieme a Riccardo Cascioli “Le Bugie degli Ambientalisti” (Edizioni Piemme). 2004 coautore con del libro  “Emergenza demografia. Troppi? Pochi? O mal distribuiti?” (Rubbettino editore). 2004 coautore con altri del libro “Biotecnologie, i vantaggi per la salute e per l’ambiente” ((21mo Secolo, Roma 2004). 2006 insieme a Riccardo Cascioli “Le Bugie degli Ambientalisti 2” (Edizioni Piemme). 2008 insieme a Riccardo Cascioli il libro “Che tempo farà… Falsi allarmismi e menzogne sul clima (Piemme). 2008, è stata pubblicata l’edizione giapponese de “Le bugie degli ambientalisti” edizioni Yosensha. 2009. insieme a Riccardo Cascioli “I padroni del Pianeta – le bugie degli ambientalisti su incremento demografico, sviluppo globale e risorse disponibili” (Piemme). 2010 insieme a Riccardo Cascioli, è stato pubblicato il volume “2012. Catastrofismo e fine dei tempi” (Piemme). 2011 Questo volume è stato pubblicato anche in Polonia con l’imprimatur della Curia Metropolitana di Cracovia per le e3dizioni WYDAWNICTTWO SW. Stanislawa BM.

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione