Dona Adesso

Milano. Raccontare la Misericordia con creatività. Concorso scolastico per l’Anno Santo

Promossa dall’arcidiocesi ambrosiana, l’iniziativa si rivolge a studenti di scuole pubbliche, paritarie e statali e ai cittadini con meno 35 anni

Un concorso rivolto ad alunni, studenti e giovani che risiedono nel territorio della Diocesi di Milano dedicato alle opere di misericordia nell’anno del Giubileo straordinario indetto da Papa Francesco.

L’iniziativa, presentata oggi, è promossa dall’arcidiocesi di Milano, in collaborazione con i Padri Oblati missionari di Rho, l’associazione culturale Oblò, l’accademia musicale Stabat Mater e la Galleria Quadrifoglio di Rho, con il patrocinio del Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione, della Regione Lombardia, dell’Ufficio Scolastico Regionale della Lombardia e del Comune di Rho.

«Vogliamo mettere in luce come la Misericordia cui è dedicato questo Anno Santo sia un valore necessario ad una convivenza civile fatta di pace, solidarietà, dialogo e accoglienza. Sulla Misericordia è possibile fondare un’umanità nuova, capace di sostenere i deboli, i poveri. La Misericordia è una mano tesa rivolta a chi ha bisogno e un ponte che mette in relazione. In un’epoca dove invece si costruiscono muri e si coltiva la cultura dello scarto, ne abbiamo tutti bisogno», ha detto monsignor Pierantonio Tremolada, vicario episcopale per l’Evangelizzazione e i Sacramenti della Diocesi di Milano presentato questa mattina il concorso al Santuario dell’Addolorata di Rho, una delle porte sante della Diocesi di Milano.

Il concorso “Misericordia: strada per una nuova umanità?” è rivolto agli studenti delle scuole pubbliche, paritarie e statali e ai cittadini con meno 35 anni di età che abitano nel territorio della Diocesi di Milano.

I partecipanti dovranno raccontare, attraverso una creazione artistica, letteraria e musicale, come un’opera di misericordia possa generare benessere e pace interiore sia in chi la pratica sia in chi la riceve. A titolo di esempio i temi che si possono affrontare vanno dalla equa distribuzione delle risorse all’accoglienza dei profughi, dall’assistenza ai più deboli alla necessità di un’alfabetizzazione globale.

Previste tre sezioni (artistica, letteraria e musicale) articolate in quattro categorie (scuola primaria, secondaria di primo e secondo grado, under 35). A seconda della sezione scelta e della categoria di appartenenza, i concorrenti dovranno presentare un lavoro artistico con materiali vari, un video, un dipinto, una scultura, un’illustrazione, un brano musicale, un racconto in prosa. Alle classi vincitrici del concorso sarà offerta una visita didattica coerente con l’indirizzo di studio, i singoli riceveranno un premio individuale.

*

I termini per l’iscrizione scadono il 30 giugno 2016

Bando del concorso e modalità di partecipazione sul sito www.oblatirho.it  

 

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione