Dona Adesso

La Coppa Italia dei “valori”

L’attualità di un libro nelle parole del Papa di ieri ai rappresentanti della Lega nazionale srie A, ed agli atleti di Milan e Juventus che stasera si confronteranno per la Coppa Italia

Ieri mattina, venerdì 20 maggio, il Papa ha ricevuto in udienza in Vaticano i dirigenti, tecnici e rappresentanti della Lega nazionale serie A e gli atleti di Milan e Juventus che si confronteranno calcisticamente per aggiudicarsi stasera, presso lo Stadio Olimpico di Roma, la Coppa Italia.

Nell’occasione, Francesco ha illustrato l’essenzialità della pratica sportiva: “Ognuno di voi, prima di essere un calciatore, è una persona”, ha detto.  Messaggio ermetico, ma carico di significato. Non solo, il Pontefice ha aggiunto che “aiuta tanto ritrovare l’atteggiamento dell’amateur (del dilettante), che è alla base di una squadra, da dove è nata”. “Questo fa crescere – ha aggiunto – l’armonia tra l’uomo e l’atleta”.

Considerazioni, quelle del Vescovo di Roma, che costituiscono la base del libro edito da ZENIT ed “Ares” dal titolo: Campioni di Vita. All’interno del volume, che ha la prefazione di Giovanni Malagò (Presidente del CONI) e la postfazione di Felice Pulici (vicepresidente del CONI Regionale del Lazio) vi si possono trovare testimonianze di vita, non solo sportiva.

Gli atleti interessati ed intervistati, hanno tutti dimostrato che per diventare campioni nello sport (anche senza essere necessariamente medagliati) è necessario essere campioni nella vita. Atteggiamento morale e disciplina, imperativo etico, presupposto di valore più che di successo.

All’interno del libro si possono leggere quindi le testimonianze di otto tra campioni olimpici e mondiali: uno psichiatra impegnato a fare dello sport una medicina sociale; una cantante ipovedente campionessa alle paraolimpiadi; un ciclista che è arrivato secondo ad una tappa del Giro d’Italia, ma che ha vinto una gara più importante nella vita cercando di salvare sua sorella dalla leucemia; l’ex capitano delle Frecce Tricolori e un maestro di scherma tra i più famosi…

Tutti hanno raccontato la loro esperienza e i loro progetti di vita, insieme ad alti personaggi noti e meno noti del mondo dello sport. Per fare dei nomi: Ivan Basso, Alessandro Campagna, Vincenzo cantatore, Ilario Di Buò, Alessia Lucchini, Vincenzo Mangiacapre, Daniele Masala, Annalisa Minetti, Renzi Musumeci Greco, AbdomPamich, Lorenzo Porzio, Alessandro Proni, Santo Rullo, Riccardo Starace, Massimo Tammaro e Blanca Vlašić.

Un libro da gustare nella sua fondamentale esperienza personale e di vita. Una raccolta di atteggiamenti vincenti e di stimoli per la crescita, alla cui base c’è l’esemplare comportamento ricco di umanità, di umiltà e di spirito di sacrificio. Atteggiamenti educativi per tutti coloro che approcciano allo sport, quello vero, pieno di rispetto ed umanità. Lo sport inteso, dunque, come scuola di vita che prepara alla quotidianità.

Per tali ragioni il testo è da proporre a tutti, indistintamente. Una lettura che, alla luce delle recenti parole del Papa, sembra essere di fondamentale importanza.

About Domenico De Angelis

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione