Dona Adesso

A Gerusalemme, Maratona per la pace

Tra gli atleti italiani che hanno partecipato alla manifestazione di ieri, anche il tre volte campione del mondo Giorgio Calcaterra

“Numeri eccezionali e forse inaspettati” ha dichiarato con orgoglio Avital Kotzer Adari, direttore dell’Ufficio Nazionale Israeliano del Turismo, parlando della Maratona di Gerusalemme che si è svolta ieri, venerdì 18 marzo.  Oltre 2.000 persone provenienti da Paesi esteri, più di 20.000 gli atleti e gli appassionati che hanno corso.

“Si tratta di una emozione irripetibile: correre nella Terra dove tutto ha avuto inizio, tra pietre che raccontano la storia millenaria parlando ai cuori dei turisti e dei pellegrini di tutto il mondo” ha detto Avital.

In prima fila a correre c’era Nir Barkat, sindaco di Gerusalemme ed ideatore 5 anni fa della manifestazione, che da sempre è in prima fila per la promozione della città come meta di turismo, cultura e pace. Accanto a lui anche Giorgio Calcaterra, tre volte campione del mondo nella maratona sulla distanza di 100 Km.

“I giornalisti italiani stanno accompagnando Giorgio Calcaterra in questa esperienza che, ne siamo certi, sarà per lui indimenticabile”, ha detto Avital Kotzer Adari. E ha aggiunto: “Calcaterra è un ospite eccezionale….. accompagnato dai nostri giornalisti delle più prestigiose testate di sport, turismo e cultura che si uniscono agli oltre 80 ospiti di stampa internazionale che sono qui arrivati specificamente per seguire la manifestazione”.

Calcaterra ha invece commentato: “È stata una grande emozione correre qui a Gerusalemme, dove le pietre millenarie sono rese vitali dai passi degli atleti e degli appassionati che qui scoprono la grande gioia di confrontarsi con la storia di 5.000 anni fa. Questa è davvero la città dove ciascuno può trovare le radici della propria storia”.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione