Dona Adesso
Manoppello

WIKIMEDIA COMMONS

Speciale in inglese della Rivista del Volto Santo in occasione del Giubileo

È la prima volta che questo accade nei 110 anni di vita della rivista

Nell’anno del Giubileo Straordinario della Misericordia è stato realizzato uno speciale di cento pagine, in lingua inglese, della rivista del Volto Santo. È la prima volta che questo accade nei 110 anni di vita della rivista, fondata da padre Francesco da Collarmele nel 1906.

La pubblicazione è stata presentata in occasione della presenza a Manoppello di un gruppo di devoti e sostenitori del Volto Santo, provenienti da varie città americane, canadesi e filippine, toccate da due missioni internazionali nel 2014 e 2015. Lo speciale, oltre ad occuparsi dei riflessi di queste missioni, che, soprattutto nelle Filippine,  hanno avuto il sostegno della Conferenza Episcopale delle Filippine e coinvolto numerosi vescovi,  comprende una serie di scritti di Antonio Bini, studioso del Volto Santo, a partire dall’apertura dell’Anno Santo, avvenuta nel Santuario il primo gennaio 2016.

Particolare rilievo assume la ricostruzione del pellegrinaggio da Manoppello a Roma e quindi da San Pietro alla vicina Basilica di Santo Spirito in Sassia, avvenuto il 16 e 17 gennaio 2016, rievocando la processione della Veronica, istituita da papa Innocenzo III nel 1208. Si affronta poi il tema del progetto Veronica-Route, al workshop sulle acheropite promosso dall’Enea, al rapporto con la Sindone.

Non mancano scorci sul culto del Volto Santo che da secoli coinvolge fortemente le popolazioni locali, le quali non hanno dovuto attendere studi storici e l’esito di ricerche scientifiche per trasmettere di generazione in generazione la devozione alla sacra immagine. Culto che oggi convive con flussi di pellegrini che raggiungono il Santuario da ogni parte del mondo.  Uno spazio è dedicato alla notizia del Nihil Obstat della Congregazione delle Cause dei Santi per l’apertuta del processo di beatificazione di p. Domenico da Cese (1905-1978), umile cappuccino legato alla devozione del Volto Santo, la cui vita è stata a lungo parallela con l’amico e confratello San Pio da Pietrelcina.

“Siamo tutti cristofori” titola la sua prefazione,  p. Carmine Cucinelli, rettore del Santuario del Volto Santo, rivolgendosi alle tante persone sparse nel mondo legate al Volto Santo e impegnate nella sua diffusione, e riflettendo sull’attualità del messagio di Papa Francesco espresso a proposito del Giubileo straordinario e della centralità di Gesù, riprendendo la considerazione per cui “Ogni cristiano è un cristoforo, cioè un portatore di Cristo”. Siamo tutti cristofori, ribadisce il rettore del Santuario rivolto direttamente a quanti hanno conosciuto e contemplato il Volto di Manoppello portandone la devozione ovunque.

La riscoperta della Volto Santo sta concretizzandosi anche attraverso solenni intronizzazioni avvenute negli ultimi mesi a Nampicuan (Philippines), Immaculate Conception Parish Church – 6 settembre 2014; Roma, Sant’Ignazio d’Antiochia- 4 novembre 2014; Tapuig  (Filippine), Sagrada Familia Parish, 14 settembre 2015; Katowice (Polonia), Immaculate Conception Church, 18 dicembre 2015 e Los Angeles, La Canada, Flintridge (USA), Saint Bede Catholic Church – 3 aprile 2016.

La pubblicazione sarà integralmente disponibile sul blog http://holyfaceofmanoppello.blogspot.it/ e su altri siti che nei prossimi giorni vorranno metterlo a disposizione del pubblico.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione