Dona Adesso

@Servizio Fotografico - L'Osservatore Romano

Santa Marta: “No a ideologie e intellettualismi, l’amore cristiano è concreto!”

Durante l’omelia del mattino papa Francesco definisce “anticristo” chiunque rifiuti l’Incarnazione di Dio nell’uomo

Nemici della fede cristiana sono anche le “ideologie” e gli “intellettualismi” che “scarnificano la Chiesa”, distogliendo l’attenzione da ciò che veramente fa la differenza, ovvero l’“Incarnazione del Verbo”. Durante l’omelia di stamattina alla Casa Santa Marta, papa Francesco ha nuovamente messo i puntini sulle i, rispetto ad alcuni dei tanti equivoci che circondano il cristianesimo.

In primo luogo, non sempre è chiaro a tutti cosa sia l’amore cristiano, che nulla a che vedere con un amore da “romanzo” o da “telenovela” ma implica il comandamento del Signore di “camminare nell’Amore”. Criterio dell’amore cristiano è “l’Incarnazione del Verbo” e chi rifiuta questo principio “è l’anticristo!”, ha affermato il Pontefice.

Disconoscere che Gesù sia “venuto nella carne”, significa predicare un “amore mondano”, “astratto” o “soft”. Invece, “il Verbo è venuto in Carne” e “Dio ha inviato suo Figlio, si è incarnato e ha fatto una vita come noi”, ha sottolineato il Santo Padre.

“La strada di Gesù è dare la vita” e si declina in vari modi: “Amare come ha amato Gesù; amare come ci ha insegnato Gesù; amare dietro l’esempio di Gesù; amare, camminando sulla strada di Gesù”.

“L’unica maniera di amare come ha amato Gesù – ha aggiunto il Papa – è uscire continuamente dal proprio egoismo e andare al servizio degli altri”, dando così dimostrazione di “un amore concreto, perché è concreta la presenza di Dio in Gesù Cristo”.

Chi, al contrario, va oltre questa “dottrina della carne”, di fatto, rinnega la “dottrina di Cristo” e “non possiede Dio”. Ogniqualvolta si esce dal “Mistero dell’Incarnazione del Verbo”, dal “Mistero della Chiesa”, attecchiscono “le ideologie sull’amore, le ideologie sulla Chiesa, le ideologie che tolgono alla Chiesa la Carne di Cristo”. Tutte ideologie che “scarnificano la Chiesa” e fanno dire a chi vi aderisce: “Sì, io sono cattolico; sì sono cristiano; io amo tutto il mondo di un amore universale’…”; quando, in realtà, “un amore è sempre dentro, concreto e non oltre questa dottrina dell’Incarnazione del Verbo”.

Pertanto, ha ammonito Francesco, chi non ama “come ama Cristo la sua sposa, la Chiesa, con la propria carne e dando la vita, ama ideologicamente”; e tutte le ideologie che “che tolgono la Carne al Cristo, che tolgono la Carne alla Chiesa, vanno oltre e rovinano la comunità, rovinano la Chiesa”.

Se si inizia a “teorizzare sull’amore”, si rischia di arrivare “ad un Dio senza Cristo, a un Cristo senza Chiesa e ad una Chiesa senza popolo”.

È fondamentale, dunque, pregare “perché il nostro camminare nell’amore mai – mai! – faccia di noi un amore astratto”, ha detto il Papa, indicando come esempio di amore concreto quelle “opere di misericordia”, dove “si tocca la Carne di Cristo”, del “Cristo Incarnato”. Al punto che San Lorenzo martire affermò che “i poveri sono il tesoro della Chiesa”, ovvero sono “la carne sofferente di Cristo”.

Il Santo Padre ha quindi concluso con la preghiera e l’auspicio di “non andare oltre e non entrare in questo processo, che forse seduce tanta gente, di intellettualizzare, di ideologizzare questo amore, scarnificando la Chiesa, scarnificando l’amore cristiano”, fino ad “arrivare al triste spettacolo di un Dio senza Cristo, di un Cristo senza Chiesa e una Chiesa senza popolo”.

About Luca Marcolivio

Roma, Italia Laurea in Scienze Politiche. Diploma di Specializzazione in Giornalismo. La Provincia Pavese. Radiocor - Il Sole 24 Ore. Il Giornale di Ostia. Ostia Oggi. Ostia Città (direttore). Eur Oggi. Messa e Meditazione. Sacerdos. Destra Italiana. Corrispondenza Romana. Radici Cristiane. Agenzia Sanitaria Italiana. L'Ottimista (direttore). Santini da Collezione (Hachette). I Santini della Madonna di Lourdes (McKay). Contro Garibaldi. Quello che a scuola non vi hanno raccontato (Vallecchi).

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione