Dona Adesso

GSM / Pixabay - Pexels, Public Domain

L’interlocutore

“Pillola quotidiana” di padre Andrea Panont

Ogni volta che per strada incontriamo qualcuno che parla da solo pensiamo: quello è matto. E giustifichiamo il giudizio dicendo: “Solo i matti parlano da soli”.

Da qualche tempo ho ridimensionato questo parere; da quando cioè mi sono accorto che non è vero che ci siano delle persone che parlano da sole; è vero invece che hanno un interlocutore almeno immaginato, pensato; qualcuno a cui indirizzano il loro apparente monologo.

Proprio ieri camminando, ero seguito da una persona che, ad alta voce, rivolgeva espressioni di incoraggiamento e di ottimismo ad un bambino…Mi giro, non vedo il bambino, probabilmente suo figlio, ma noto il volto gioioso di chi, seguendomi, parlava con tale trasporto da non accorgersi neppure di me.

A casa ho raccontato l’episodio. Mi hanno spiegato che sono in vendita dei telefonini con microfoni invisibili. Per cui senti persone parlare e, al momento,  non sai se si rivolgono a te, o a un interlocutore nascosto.

Ti capita di vedere un giovane che passa sorridendo tra la gente: mediante un telefonino è in dialogo con la fidanzata; o notare un altro rabbuiato che ad alta voce sta rimproverando qualcuno o lamentandosi di qualcosa.

Dimmi chi è l’ interlocutore dei tuoi pensieri, delle tue parole, dei tuoi sguardi e indovinerò cosa dici, cosa pensi e l’atteggiamento del tuo volto. Quando una persona sorride, è senz’altro in dialogo con qualcuno.

Teresa di Lisieux fu sorpresa a sorridere frequentemente ad una consorella, a dir poco, antipatica. Questa suora le domandò cosa, chi vedesse in lei per sorridere con tanto amore. Teresa scrive: “Lei non sapeva che io sorridevo all’invisibile interlocutore che era presente in lei.”

L’interlocutore della Santa non era certo quello che appariva agli occhi del corpo, ma quello nascosto, ma più vero e più concreto: Gesù.

Ciao da P. Andrea

Per richiedere copie dei libretti di padre Andrea Panont e per ogni approfondimento si può cliccare qui.

About Andrea Panont

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione