Dona Adesso
Logo of One of Us

Facebook One of Us

La benedizione del Papa ai partecipanti al Forum “Uno di Noi”

Sabato 12 marzo l’evento pro-vita si svolgerà a Parigi: tra le tante iniziative, verrà lanciato l’Appello degli esperti per bloccare i finanziamenti all’industria dell’aborto

“Sua Santità Papa Francesco saluta i partecipanti al Forum Europeo Uno di Noi e assicura loro preghiere”. È con questo messaggio del Pontefice, scritto tramite il cardinal Pietro Parolin, che aprirà il Foro Europeo “Ogni vita importa” (Every Life Matters), organizzato dalla Federazione One of Us.

Il Santo Padre si augura “che i loro lavori contribuiscano a promuovere in Europa una cultura al servizio del rispetto della vita a partire dal concepimento” continua il messaggio.

E aggiunge, prima di impartire la benedizione ai partecipanti: “L’Enciclica Laudato si’ ha sottolineato quanto le convinzioni di fede offrano anche ai credenti grandi motivazioni per aiutare fratelli e sorelle più fragili e per salvaguardare la nostra casa comune. In questo spirito, saluta e incoraggia l’impegno generoso e creativo di tutti coloro che lavorano per mostrare il senso autentico della persona umana e la sua dignità!”.

L’evento si svolgerà a Parigi per l’intera giornata di sabato 12 marzo, inizierà la mattina e terminerà dopo cena. A rappresentare l’Italia, tra gli altri, un centinaio di studenti vincitori del 28esimo concorso europeo del Movimento per la Vita, quello dello scorso anno, e una piccola delegazione di Federvita Lombardia (Erika e Franco Vitale, rispettivamente membro del direttivo di Federvita Lombardia e proboviro del Mpv italiano, oltre a Piero Pirovano, giornalista e uno degli storici iniziatori del Mpv).

Con oltre 1300 gli iscritti, lo One of Us Forum quindi “è pronto per essere l’evento top per la difesa della vita in Europa”, dichiara Ana del Pino Garcia Barrera, coordinatrice della Federazione omonima. “Contiamo sul vostro aiuto e sulla vostra presenza per rendere questa occasione un successo e per tenere vivo lo spirito di Uno di Noi” continua la coordinatrice.

“Ogni vita conta, dobbiamo mostrare alle istituzioni europee, alle organizzazioni, ai cittadini che per noi la priorità è la difesa della vita”, così la del Pino sintetizza le finalità di questo evento. Un intero giorno in compagnia della vita sotto attacco con cinque sessioni e al termine della giornata, dopo cena, una grande soiré per il Premio Europeo Uno di Noi per la vita.

La sessione d’apertura sarà una tavola rotonda che vedrà alcuni politici confrontarsi sul tema della difesa della vita: Beatrice Lorenzin, ministro della Salute italiano, il ministro polacco degli Affari esteri, il ministro ungherese di Famiglia e Giovani, lo spagnolo Alberto Ruiz Gallardon, già ministro della Giustizia, il parlamentare francesce Jean-Frédéric Poisson, candidato alle primarie del centro-destra per le presidenziali del 2017.

La seconda sessione sarà dedicata allo scandalo della Planned Parenthood e alle conseguenze per l’Europa. Parlerà l’attivista americano Jeffrey Ventrella, di Alliance Defending Freedom-USA, che ha partecipato alla rivelazione dello scandalo.

Quindi Carlo Casini, presidente onorario della Federazione Europea One of Us, presenterà l’Appello degli esperti, il cui lancio europeo avverrà proprio in occasione del Forum.

Non poteva certo mancare un dibattito sull’eutanasia nella patria di Vincent Lambert, con un oncologo belga, Benoit Beuselinck, e Jérôme Triomphe, l’avvocato dei genitori di Vincent, moderati da Marco Tarquinio, Direttore di Avvenire.

Quindi parleranno a proposito di “Maternità surrogata, eugenetica, vendita di gameti femminili: il movimento transumanista”: Jean-Marie Le Méné, Presidente della Fondazione Lejeune Foundation, lo scrittore spagnolo Juan Manuel de Prada e l’on. Gian Luigi Gigli, Presidente del  Movimento per la Vita italiano e Ludovine de la Rochère, Presidente della Manif Pour Tous francese, moderati da Jospehine Quintavalle fondatrice di Corethics.

Infine Jaime Mayor Oreja, Presidente della Federzione, su “Federazione One of us: forza europea per la vita”.

Nella serata di gala verrà consegnato il premio europeo One of Us per la vita ad un “eroe per la vita”, scelto tra 5 candidati: Andrea Bocelli, che avrebbe dovuto essere abortito, per avere testimoniato la difesa della vita sia con la parola che con i fatti; Pattaramon Chanbua, una madre surrogata thailandese che ha tenuto il bimbo down, Gammy, rifiutato dagli acquirenti del “prodotto” in quanto “difettoso”; la canadese Mary Wagner, attivista pro vita che è stata in prigione per questo; lo scienziato giapponese Shinya Yamanaka per avere creato cellule riprogrammanti utili nella medicina riparativa senza distruggere embrioni umani; la francese Viviane Lambert, mamma di Vincent, che si è battuta per difendere la vita del figlio.

Il premio andrà a chi “ha mostrato impegno eccezionale nella promozione, rispetto e difesa della vita e della persona umana, dal concepimento alla morte naturale.” Sarà molto difficile scegliere, ma l’importante è essere tutti per… Uno di Noi.

About Elisabetta Pittino

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione