Dona Adesso

Il dolore del Papa per la tragedia aerea nel Sinai

Il velivolo russo si è schiantato nella zona di Hasana provocando 224 vittime. Oggi lutto nazionale indetto da Putin. Il Papa prega per vittime e familiari

Papa Francesco esprime il suo cordoglio per le 224 vittime, tra cui 27 bambini, della tragedia dell’aereo precipitato sabato in Egitto. In un telegramma, a firma del cardinale segretario di Stato, Pietro Parolin, indirizzato al presidente russo Vladimir Putin – che oggi ha indetto il lutto nazionale – il Papa esprime la propria vicinanza al popolo russo colpito dalla tragedia. 

Assicura quindi la sua preghiera per i defunti e i loro familiari che ne piangono la perdita e invoca la forza e della pace del Signore anche per tutte le persone coinvolte nelle operazioni di soccorso. Così Papa Francesco, in un telegramma

Il velivolo, della compagnia Metrojet, si è schiantato nella zona di Hasana, sul Sinai egiziano, una ventina di minuti dopo il decollo. L’esercito egiziano ha già recuperato 80 cadaveri dai due luoghi dell’incidente – l’aereo si è spezzato in due durante il crollo – le cui salme arriveranno in serata a San Pietroburgo a bordo di un cargo. Questa mattina sono riprese le ricerche degli altri 61 corpi che mancano all’appello.

Sempre oggi il Ministero dell’Aviazione civile al Cairo esaminerà le due scatole nere in modo da ricostruire le dinamiche dell’incidente, che ieri è stato rivendicato in un videomessaggio dai jihadisti dello Stato islamico come atto terroristico. Ipotesi, questa, smentita sia dal Cairo che da Mosca che invece indicano la pista del guasto tecnico.  

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione