Dona Adesso
Blessed Mother Teresa of Calcutta (1910 – 1997)

WIKIMEDIA COMMONS

Il 15 marzo, Concistoro per la canonizzazione di 5 beati. Tra questi Madre Teresa

Gli altri futuri santi sono: il martire 14enne Giuseppe Sanchez Del Rìo; el cura Brochero; Stanislao di Gesù Maria e Maria Elisabetta Hesselblad

Il prossimo martedì 15 marzo, alle ore 10, Papa Francesco presiederà nella Sala del Concistoro del Palazzo Apostolico Vaticano la celebrazione dell’Ora terza e il Concistoro ordinario pubblico per la canonizzazione di alcuni Beati.

Tra questi: Madre Teresa di Calcutta, al secolo Agnese Gonxha Bojaxhiu, fondatrice della congregazione religiosa delle Missionarie della Carità, beatificata da Giovanni Paolo II il 19 ottobre 2003, icona di santità del terzo millennio per la sua vita interamente dedicata ai poveri e ai malati.

Gli altri beati sono:

Giuseppe Sanchez Del Rìo, il quattordicenne messicano martire durante la ‘guerra cristera’. Visitando la tomba del beato martire Anacleto González Flores, chiese a Dio di poter morire in difesa della fede. Fu ucciso il 10 febbraio 1928, gridando: “Viva Cristo Re! Viva la Vergine di Guadalupe!”.

Stanislao di Gesù Maria, al secolo Giovanni Papczyński, sacerdote e fondatore del primo ordine maschile fondato nella Res Publica Polono-Lituana chiamata delle Due Nazioni, ritenuto un rappresentante creativo della scuola polacca di spiritualità in particolare quella dedita alla contemplazione della passione di Gesù e quella mariana. Sensibile alle ingiustizie sociali, fu proclamato beato il 16 settembre in Polonia, nel santuario mariano di Lichen.

– Giuseppe Gabriele del Rosario Brochero, meglio conosciuto come ‘el Cura Brochero’, il sacerdote argentino, anticipatore di tutti i ‘preti di strada’, instancabilmente attivo nel soccorso agli ammalati e nell’assistenza ai moribondi. Morì in odore di santità il 26 gennaio. Fu proclamato beato il 14 settembre 2013 ad una celebrazione che vide la partecipazione di oltre 200mila persone.

Maria Elisabetta Hesselblad, religiosa svedese originaria della Svezia, che dopo lungo tempo di servizio presso un ospedale, fondò la congregazione delle suore dell’Ordine del Santissimo Salvatore di Santa Brigida. Si dedicò particolarmente alla contemplazione, alla carità verso i bisognosi e all’unità dei cristiani. Fu beatificata da Giovanni Paolo II il 9 aprile del 2000.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione