Dona Adesso

CTV

Francesco ringrazia i diaconi e invoca Maria per la guarigione dei cuori

Durante l’Angelus, il Papa ha pregato per le famiglie e i giovani in cammino verso la Gmg di Cracovia e ha ricordato la preghiera dei bambini cattolici e ortodossi in Siria del 1° giugno

“Al termine di questa celebrazione desidero rivolgere uno speciale saluto a voi, cari Diaconi, venuti dall’Italia e da diversi Paesi. Grazie della vostra presenza oggi, ma soprattutto della vostra presenza nella Chiesa!”. Così il Pontefice stamane, sul sagrato della Basilica di San Pietro, prima di recitare la preghiera mariana dell’Angelus.

Francesco ha salutato tutti i pellegrini, in particolare l’Associazione europea degli Schützen storici; i partecipanti al “Cammino del Perdono” promosso dal Movimento Celestiniano; e l’Associazione Nazionale per la Tutela delle Energie Rinnovabili, impegnata in un’opera di educazione alla cura del creato.

Ha ricordato inoltre l’odierna Giornata Nazionale del Sollievo, finalizzata ad aiutare le persone a vivere bene la fase finale dell’esistenza terrena; come pure il tradizionale pellegrinaggio che si compie oggi in Polonia al Santuario mariano di Piekary: “La Madre della Misericordia sostenga le famiglie e i giovani in cammino verso la Giornata Mondiale di Cracovia”, ha detto.

Poi ha rammentato che mercoledì prossimo, 1° giugno, in occasione della Giornata Internazionale del Bambino, le comunità cristiane della Siria, sia cattoliche che ortodosse, vivranno insieme una speciale preghiera per la pace, che avrà come protagonisti proprio i bambini. “I bambini siriani invitano i bambini di tutto il mondo ad unirsi alla loro preghiera per la pace”, ha sottolineato il Papa.

E ha concluso invocando “l’intercessione della Vergine Maria, mentre affidiamo a lei la vita e il ministero di tutti i Diaconi del mondo”.

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione