Dona Adesso

Alla scoperta del Brasile

Don Maurizio Mirilli, direttore della Pastorale Giovanile del Vicariato di Roma, racconta il suo recente viaggio in Brasile e le diverse iniziative per preparare i giovani romani alla GMG di Rio 2013

Alla scoperta del Brasile

Don Maurizio Mirilli, direttore della Pastorale Giovanile del Vicariato di Roma, racconta il suo recente viaggio in Brasile e le diverse iniziative per preparare i giovani romani alla GMG di Rio 2013

I Vescovi USA lanciano un pellegrinaggio virtuale alla GMG

WASHINGTON, D.C., lunedì, 11 luglio 2011 (ZENIT.org).- Circa 300.000 persone hanno partecipato alla prima Giornata Mondiale della Gioventù (GMG), svoltasi a Roma nel 1984. L’evento di quest’anno, che avrà luogo a Madrid (Spagna), raggiungerà probabilmente il più alto numero di partecipanti nella storia quasi trentennale dell’iniziativa.

Giovani lombardi verso la Gmg di Madrid

ROMA, venerdì, 17 giugno 2011 (ZENIT.org).- Sono circa 13.000 i giovani delle dieci diocesi lombarde – Milano, Bergamo, Brescia, Como, Crema, Cremona, Lodi, Mantova, Pavia e Vigevano – che parteciperanno alla XXVI Giornata mondiale della gioventù in programma a Madrid nell’agosto prossimo, di cui 6.300 ambrosiani.

Cardinale Pell: la GMG fa rivivere il sacramento della confessione

SYDNEY, giovedì, 17 luglio 2008 (ZENIT.org).- L’Arcivescovo di Sydney afferma che la Giornata Mondiale della Gioventù sta aiutando a ridare vita a un elemento fondamentale per la vita della Chiesa: il sacramento della riconciliazione.

Per questo motivo, il Cardinale George Pell ha fatto sì che il sacramento fosse reso accessibile a tutti coloro che in questi giorni affollano le vie di Sydney. I sacerdoti, che hanno ricevuto insieme all’accreditamento un programma per ascoltare le confessioni, sono stati dislocati in tutta la città in confessionali reali e improvvisati.

Si possono vedere sotto gli alberi del Domain, intorno al Darling Harbour e nelle nicchie di tutte le chiese della città.

L’Università di Notre Dame ha allestito sei zone di confessionali, che secondo Alton Pelowski, del Michigan (Stati Uniti), non sono mai vuote.

“E’ sorprendente vedere il rispetto e la determinazione di ogni giovane pellegrino cattolico alla ricerca di significato”, ha detto la ragazza a ZENIT.

Il luogo più frequentato per ricevere il sacramento è probabilmente l’Adoration and Reconciliation Center al Sydney Convention and Exhibition Center, dove lunghe file di penitenti si incolonnano dopo le catechesi mattutine.

Altri luoghi sono i pressi dell’Opera, il Domain e i padiglioni dell’ippodromo di Randwick, dove sabato e domenica si svolgeranno la veglia e la Messa di chiusura, presiedute da Benedetto XVI.

Dono della Chiesa

Circa 10mila gli italiani in partenza per Sydney

ROMA, venerdì, 4 luglio 2008 (ZENIT.org).-Sono circa 10mila gli italiani iscritti alla prossima Giornata Mondiale della Gioventù che si terrà a Sydney dal 16 al 20 luglio 2008 sul tema: “Avrete forza dallo Spirito Santo che scenderà su di voi e mi sarete testimoni” (At 1,8).

Molti di loro arriveranno la settimana che precede il 16 luglio e saranno ospitati maggiormente a Brisbane, Melbourne, Sydney, ma anche Perth, dalle famiglie italo-australiane e dalle parrocchie, afferma una nota diffusa dalla Conferenza Episcopale Italiana (CEI).

Il primo gruppo della delegazione italiana che prenderà parte a questo incontro di fede con il Papa partirà il 5 luglio prossimo da Roma. Un viaggio di oltre venti ore che condurrà il Servizio nazionale per la pastorale giovanile della CEI in terra australiana per preparare gli ultimi dettagli.

“La macchina organizzativa è ben avviata – sottolinea don Nicolò Anselmi, responsabile del Servizio nazionale per la pastorale giovanile della CEI – . C’è tanta vivacità da parte di coloro che andranno a Sydney, ma anche i giovani che resteranno in Italia vogliono vivere un’esperienza di comunione con i loro coetanei che parteciperanno alla GMG”.

Saranno circa 50 i volontari in forza alla delegazione italiana, mentre quasi trenta presteranno il loro servizio con il Comitato australiano organizzatore della GMG 2008; 35 invece i Vescovi italiani che vi prenderanno parte.

Nelle diocesi e nelle parrocchie di tutta Italia ci si sta organizzando per vivere momenti di riflessione e di preghiera in comunione con i giovani che incontreranno Benedetto XVI a Sydney.

“Grazie a Sat 2000, a Radio InBlu, al quotidiano Avvenire, all’Agenzia Sir e al sito ufficiale italiano della Gmg www.gmg2008.it si potrà assistere in diretta agli eventi più importanti della Giornata mondiale”, spiega don Domenico Pompili, Direttore dell’Ufficio nazionale per le comunicazioni sociali della CEI .

Il sito, che solo nell’ultimo mese ha fatto registrare 55mila accessi, renderà fruibili ai navigatori della Rete news, comunicati stampa, video, fotografie, una webradio e una newsletter settimanale, grazie a un “mediacenter”.

Presente una sezione “Ufficio Stampa” che conterrà i comunicati stampa, il modulo per gli operatori delle comunicazioni sociali italiani che vorranno segnalare la loro partecipazione alla GMG, ma anche per una sezione (“Gmg story”) dedicata alla storia delle GMG con materiali fotografici e video inediti e la sezione “MyGmg” attraverso la quale sarà possibile leggere il diario di viaggio dei ragazzi giorno per giorno.

Tra le novità RadioGmg che racconterà minuto per minuto dal 14 al 20 luglio 2008 la Giornata mondiale degli italiani. Particolarmente curata sarà la photogallery e la sezione “Materiali e Sussidi”, che comprende schede di attività, approfondimenti, documenti ecclesiali per entrare nello spirito del triennio pastorale dell’Agorà dei giovani italiani e della GMG.

Per chi si rechierà in Australia, il 16 luglio, dalle ore 16.30 alle 19, presso l’Entertainment Centre di Sydney, si svolgerà l’incontro dal titolo “Viva Agorà”. Sarà un momento di dialogo tra i giovani. Si parlerà di lavoro, di scuola, di sport, ma anche dei sogni e delle speranze delle nuove generazioni. Non mancheranno i momenti dedicati alla preghiera, alla condivisione di esperienze di vita e di fede.

L’obiettivo è quello di avvicinare i giovani italiani ai loro coetanei italo-australiani favorendone lo scambio di esperienze di vita.

Il 22 luglio, alla fine della GMG si terrà un grande pellegrinaggio alla Cattedrale di Sydney per rendere grazie alla Madonna di Loreto. Al pellegrinaggio parteciperanno il Cardinale George Pell, Arcivescovo di Sydney, e il Vescovo Giuseppe Betori, Segretario generale della CEI, i giovani italiani e gli italo-australiani.

Per chi invece non potrà essere presente in Australia, il Servizio Diocesano per la Pastorale Giovanile di Roma, in concomitanza con la Veglia presieduta dal Santo Padre a Sydney, ha dato appuntamento ai giovani di Roma e di alcune diocesi del Lazio per sabato 19 luglio, alle ore 8:30, presso la Basilica di San Giovanni in Laterano.