Dona Adesso
Ready for the kick-off

Pixabay CC0

Campioni di Vita: “Si può essere campioni senza aver vinto una gara”

Il 10 aprile, alle 17.00, convegno presso la parrocchia San Massimiliano Maria Kolbe del Parco commerciale “Le Fontane” di Catanzaro

“Campioni di vita” sarà il tema del convegno promosso dall’Ufficio diocesano per le Comunicazioni Sociali dell’Arcidiocesi metropolitana di Catanzaro-Squillace, in programma per domenica 10 aprile, alle ore 17, nella parrocchia San Massimiliano Maria Kolbe presso il parco ‘Le Fontane’ di Catanzaro.

Un tema che prende spunto dal testo “Campioni di vita”, volume coedito dall’agenzia di informazione internazionale ZENIT e dalle edizioni Ares, che raccoglie 16 storie straordinarie di persone che si sono dimostrate “campioni” nella vita e nello sport, trasmettendo a tanti giovani la necessità di trovare risposte sicure nel nome della trasparenza, per abbracciare la liceità e abbandonare le dipendenze da esempi errati.

Una preziosa opera letteraria, quindi, che nel corso del convegno sarà riletta alla luce dei temi della comunicazione, dello sport, della disabilità e del disagio sociale nell’anno del Giubileo straordinario della Misericordia.

La serata, presieduta dall’arcivescovo metropolita della diocesi, mons. Vincenzo Bertolone, presidente della Conferenza Episcopale Calabra, sarà moderata dal prof. Egidio Chiarella, giornalista e scrittore. Interverranno: don Giovanni Scarpino, direttore dell’ufficio diocesano e regionale per le comunicazioni sociali; la  prof.ssa Anna Maria Mazza, docente di scienze motorie e di discipline accademiche; la dott.ssa Cinzia Sandulli, presidente Coni – Catanzaro, e don Francesco Cristofaro, parroco di Simeri, che offrirà una testimonianza personale.

Ad offrire una relazione specifica sul tema sarà il dott. Antonio Gaspari, curatore del libro “Campioni di vita” e direttore editoriale di ZENIT.

Dalla serata si farà emergere che “non si diventa campioni nello sport se non si hanno qualità morali: se non si è grandi nella mente e nel cuore. Per gli stessi motivi, si può essere campioni nella vita anche se non si è mai vinta una sola gara”. Secondo Gaspari, “lo sport può unire, educare, promuovere solidarietà, pace e può generare, educare e formare campioni di umanità”. A tracciare le conclusioni del convegno sarà l’arcivescovo Bertolone, che alle ore 18.30 presiederà la concelebrazione eucaristica nella chiesa parrocchiale.

 

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione