Dona Adesso

Twitter / Pixabay CC0 - Mizter_x94, Public Domain

@Pontifex: il Papa ha più di 40 milioni di seguaci

Il suo account Instagram si avvicina a cinque milioni

L’account Twitter di papa Francesco, @Pontifex, disponibile in ben nove diverse lingue, tra le quali anche il latino, ha superato quota 40 milioni di seguaci o “follower”. Lo ha annunciato oggi, mercoledì 11 ottobre 2017, la Segreteria per la Comunicazione della Santa Sede. Da parte sua, l’account Instagram @Franciscus, lanciato il 19 marzo del 2016, si avvicina a quota cinque milioni di “follower”.

Nel corso degli ultimi 12 mesi il numero di iscritti al servizio @Pontifex ha conosciuto un balzo in avanti di oltre nove milioni di seguaci, così rivela un comunicato del dicastero. Il dato dimostra “la costante attenzione della gente — persone comuni, cristiane e non, leader politici, ancora altri esponenti della cultura — per i tweet del Santo Padre”.

Sull’account @Pontifex, lanciato quasi cinque anni fa su richiesta di Benedetto XVI (il 12 dicembre del 2012), il Pontefice italo-argentino “si fa prossimo all’uomo anche nei Social Media, a volte offrendo un pensiero spirituale, ricordando la figura del Santo del giorno, altre volte ancora condividendo con i suoi follower una riflessione su eventi di grande significato per la comunità internazionale”, dichiara la segreteria.

“Il Papa ha molta cura dei suoi profili social, a tal punto che controlla minuziosamente tutti i tweet che poi vengono pubblicati. Questa cura dice la cura delle relazioni. Quindi, il Papa che si definisce ‘un nonno’, che si dice molto distante dalle nuove tecnologie, intuisce però che c’è un mondo – quello social – che è fatto di persone!”, ha detto il prefetto del dicastero, mons. Dario Edoardo Viganò, al microfono della Radio Vaticana.

“La Chiesa nasce — così prosegue Viganò — quando lo Spirito Santo fa vincere ai discepoli la paura e si spalancano le porte del Cenacolo e questi intraprendono le strade del mondo. Oggi, tra queste strade ci sono le comunità cosiddette social. Ecco perché il Papa è molto attento a questa realtà, perché qualunque relazione ha necessità di una cura, cioè di cor urat, cioè di scaldare il cuore anche attraverso poche lettere.” (pdm)

About Redazione

Share this Entry

Sostieni ZENIT

Se questo articolo ti è piaciuto puoi aiutare ZENIT a crescere con una donazione